Archivi ritrovati / D’Annunzio jr, un raccomandato di ferro

Era un uomo austero ma fu amico di D’Annunzio. Questo si legge nel settimanale La Lettura del 27 dicembre 2021 a proposito di Luigi Albertini, il direttore che fece decollare il “Corriere” di cui fu dal 1900 al 1921 alla direzione senza smettere di proporsi come strenuo oppositore del fascismo, nonché Senatore del Regno d’Italia. Un tono di velato rimprovero sembra che sia suggerito da quel “ma” avversativo, inserito nella frase “ma fu amico di D’Annunzio”. D’altra parte, come suggerisce il titolo del sevizio a cura di Antonio Carioti, l’epopea di Albertini si colorò non solo di virtù ma anche di contraddizioni…

Leggi tutto