Strade bianche, ora pagano anche i ciclisti

Sono ancora diverse nelle valli piemontesi le strade “minori” di montagna da “recuperare” al turismo. Un sistema a disposizione di albergatori, aziende turistiche e consorzi di operatori per promuovere le strade di montagna a valenza storica. A lanciare l’hashtag #Salviamo le strade di montagna provvide tempo fa la Confcommercio Cuneo invitando ad aiutare gli enti pubblici o gli enti privati, Cai compreso, a mantenere in ordine il territorio. Sempre più diffuso risulta il pedaggio per i motorizzati. Ora sulla Via del Sale Limone-Monesi il pedaggio (un euro) viene fatto pagare anche ai ciclisti.

Leggi tutto

Strade bianche e turismo motorizzato

La notizia avrà sorpreso qualcuno. Il nuovo sindaco di Sampeyre (Cuneo) Roberto Dadone, vice sindaco uscente, appena eletto con una lista civica, ha provveduto a rimuovere il divieto di transito ai veicoli fuoristrada sulla strada di Colle del Prete, un divieto voluto dal suo predecessore. Che cosa giustifica il provvedimento?

Leggi tutto

Strade bianche, in val Maira no al traffico motorizzato

Esemplare decisione del Consorzio Turistico Valle Maira schierato per la chiusura al traffico veicolare a scopo turistico delle strade bianche presenti sul suo territorio. “La Valle Maira è sempre stata attenta alla sostenibilità ambientale, alla protezione dei suoi incredibili territori”, si legge sui social, “e continua a farlo, dimostrando ancora una volta la sua vocazione. Le strade bianche di alta quota sono un elemento di forte attrattiva turistica, ma anche parte di un ecosistema fragile e proprio per questo nella valle è stato un argomento a lungo discusso…”.

Leggi tutto