Progetti “imponenti”. E il Garda soffoca nel cemento

Una sponda drammaticamente urbanizzata è quella di Riva e dell’Alto Garda nel suo complesso. Niente di nuovo sotto il sole, ma ora la misura è colma. Così le  associazioni ambientaliste fanno fronte comune e denunciano “una corsa alla privatizzazione e alla cementificazione dell’area in fascia lago, residuale brandello di naturalità”.

Leggi tutto

Minacce, striscioni. Le proteste per il libro sul lupo

Minacce, campanacci e striscioni. Gli allevatori hanno bloccato giovedì 12 agosto all’Alpe Devero la presentazione del romanzo per ragazzi “Osso la lupa – Uomini e lupi sulle Alpi”. Un fatto giudicato grave per quanto rivelatore di un malessere diffuso dovuto alla dilagante presenza del predatore in quest’area delle Alpi Lepontine. La tensione generatasi a causa della manifestazione (qui sopra un’immagine diffusa sul web) è salita alle stelle…

Leggi tutto

“Sistema montagna” in crisi. Nuovo flash mob nelle Dolomiti

Dagli organizzatori della manifestazione del 20 febbraio a Cima Settsass nelle Dolomiti dove un gruppo di imprenditori e professionisti ha manifestato sotto l’insegna “La montagna merita rispetto” contro la costruzione di nuovi impianti e per “un modello di sviluppo diverso”, è stato diffuso nella stessa giornata il comunicato che qui viene riportato nella sua integrità.

Leggi tutto

Libertà per gli orsi! Il digiuno di Stefania e Barbara

Uno sciopero della fame viene affrontato da due animaliste valtellinesi, Stefania Sbarra e Barbara Nosari. Lo scopo è ottenere la libertà per gli orsi rinchiusi nel recinto elettrificato del Casteller a Trento, ovvero del ben noto M49 “Papillon”, di M57 e di DJ3, quest’ultimo in gabbia ormai da anni. Stefania e Barbara sperano inoltre di evitare la cattura di un altro esemplare, l’orsa JJ4.

Leggi tutto

L’equilibrio perduto di Cortina

A Cortina d’Ampezzo si riaprono vecchi e mai chiariti interrogativi sull’equilibrio perduto dalle Dolomiti a causa delle devastazioni subite per costruire le piste di sci. Uno studioso, il professor Piero Villaggio, osservò a suo tempo che la costruzione di nuove piste da sci altera la permeabiltà del terreno e la consistenza statica degli strati sottostanti. Con quali conseguenze e breve e lungo termine?

Leggi tutto

Tutte le Alpi falò per falò

In varie zone delle Alpi nel secondo fine settimana di agosto verranno allestiti dei falò per promuovere sistemi di mobilità ecologica, per la protezione della natura e del clima e anche per un turismo vicino alla natura. Un elenco di tutti i falò è consultabile alla pagina www.feuerindenalpen.com  

Leggi tutto

Bicimania. Le Dolomiti in stato d’assedio

Quello delle gare ciclistiche nelle Dolomiti è un indotto enorme: persone, che se fidelizzate nel modo giusto, ritornano. Con qualche inconveniente forse risolvibile…

Leggi tutto

Avvicinare le montagne, nell’Ossola ci provano

Prende posizione sul collegamento impiantistico “che avvicina le montagne” tra le valli Divedro e Antigorio il presidente delle Aree Protette dell’Ossola, mentre contro il progetto si schierano, tra gli altri, Mountain Wilderness, il Comitato “Salviamo il paesaggio Valdossola”e un’organizzazione di guide escursionistiche ambientali del Piemonte…

Leggi tutto

Parchi, una riforma sbagliata

Né il Senato, né il Governo”, si legge in un comunicato del 10 novembre 2016 diramato dall’Ufficio stampa del WWF, “hanno accolto le osservazioni e le proposte delle associazioni ambientaliste e di centinaia di esperti e uomini di cultura, che hanno criticato in modo fermo ed elaborato proposte migliorative. Risultato: una riforma sbagliata che chiediamo con forza venga modificata alla Camera”…

Leggi tutto

Dignità per la Piedra! L’appello dei resistenti del Peñón de Guatapé

“Dignidad Peñolera” è il nome del movimento per la tutela ambientale del Peñón de Guatapé, il monolito detto “la Piedra” che in Colombia culmina a quota 2137 metri in riva al ramificatissimo e spettacolare lago Embalse del Peñól. Come ha riferito mountcity.it, il sito risulta costantemente occupato dai climber in forma di protesta, decisi a non abbandonare il campo fino a che non verranno rispettate le norme di legge sulla gestione ambientale del luogo.

Leggi tutto

Giù le mani dalla verde “montagnetta” di San Siro!

Giò i man, giù le mani. Questo il 13 febbraio  2015 l’invito perentorio di MountCity a non alterare a Milano il verde del Monte Stella con inopportuni muri, totem, pareti, panchine in pietra. Ha fatto piacere scoprire, in un canicolare pomeriggio del 7 luglio, che “giò i man” è diventato lo slogan di un movimento di protesta guidato dal verde Enrico Fedrighini…

Leggi tutto