La bellezza della fatica / Brutti, sporchi, eroici

La maschera di polvere e fango di Sonny Colbrelli al traguardo della 18ª Parigi-Roubaix che il campione ha vinto il 3 ottobre riconduce al ciclismo eroico dei Binda, dei Bottecchia e dei Gamma. Un’epoca in cui la bicicletta soppiantava il cavallo e le strade sterrate e polverose non sembravano avere confini. Ma fino a che punto vale la pena di soffrire per sport?

Leggi tutto