Le ragazze del soccorso alpino

Chi è stata la donna che per prima ha organizzato una struttura del soccorso alpino sulle Alpi? Il suo nome è Vera Cenini Lusardi. Di lei riferisce il libro “Soccorsi in montagna”. In questi giorni fa notizia anche Alessia Guanella, 47 anni, maresciallo della Guardia di Finanza, specializzata in soccorso alpino. Dipendono da lei altri militari, quasi tutti uomini.

Leggi tutto

I furbetti dell’elicottero

Sono in crescita gli escursionisti sprovveduti che si ritrovano bloccati in parete, gli illesi che necessitano del soccorso alpino ma non dell’ospedale e poi non saldano il ticket. Sull’elisoccorso usato come taxi pubblica un’approfondita inchiesta Il Gazzettino del 14 agosto 2022.

Leggi tutto

Cari escursionisti, non fidatevi di internet! 

Come previsto, le montagne dell’Alto Adige sono state prese d’assalto da migliaia di alpinisti, escursionisti e turisti. Ed è soprattutto a queste due ultime categorie che appartiene la maggioranza di chi si approccia alla montagna senza la necessaria preparazione, senza un’attrezzatura idonea e, ancora peggio, senza un’attenta programmazione. Il presidente del Soccorso Alpino Alto Adige, Giorgio Gajer, rinnova gli inviti alla prudenza e ad un approccio rispettoso alla montagna. 

Leggi tutto

La montagna depredata in val Formazza

Bersagliate dalle emergenze climatiche, è incredibile (o forse no) come queste povere montagne vengano deturpate irreparabilmente in un’area alpina protetta e in area di ghiacciaio. Un caso isolato?

Leggi tutto

Il Monte Bianco a pagamento

Per scalare il Monte Bianco il sindaco francese di Saint-Gervais impone una cauzione di 15mila euro per i soccorsi, di cui 10 mila euro pari “al costo medio dei soccorsi” e 5 mila euro per “le spese di sepoltura della vittima”. Sono tempi grami per chi pratica l’alpinismo, ma è anche vero che certe delibere sono giustificate da un generale lassismo.

Leggi tutto

Il compianto delle Guide alpine e del Cai

Il presidente delle Guide Alpine Italiane e il presidente generale del Club Alpino Italiano si esprimono in due comunicati stampa sulla tragedia della Marmolada ringraziando il Soccorso alpino e i volontari della Protezione civile.

Leggi tutto

Estate sicura/ Domenica 19 prevenzione a 360 gradi

Come di consuetudine, nell’ambito del progetto SICURI in MONTAGNA, domenica 19 giugno si ripresenta la giornata nazionale di prevenzione degli incidenti tipici della stagione estiva; sentieri, ferrate, falesie e vie alpinistiche, grotte e canyoning ma anche la ricerca dei funghi, saranno i temi d’interesse per parlare di prevenzione a 360°.

Leggi tutto

L’addio a Binelli, maestro di solidarietà alpina

Se ne è andato a 88 anni a Pinzolo (Trento) dove era nato e vissuto Angiolino Binelli. Fu l’ideatore del Premio internazionale della Solidarietà alpina che nel 2021 raggiunse  il traguardo del mezzo secolo. Un gravissimo lutto per il mondo della montagna. L’assegnazione del riconoscimento è un appuntamento fisso di Pinzolo, con una suggestiva e solenne cerimonia che si tiene ogni anno in settembre nella sala consiliare del Municipio…

Leggi tutto

Ghezzi tradito dalla “sua” Grigna

Lo ha tradito come talvolta succede anche ai fortissimi la “sua montagna”, la Grigna Settentrionale, su cui era salito quasi 6mila volte. E’ morto scivolando sulla ferrata dei Carbonari Claudio Gezzi, 69 anni, di Missaglia, in Brianza. Deteneva il recordo di ascese sul Grignone.

Leggi tutto

Tilio, sentinella della Marmolada

Un cuore grande come una montagna. È quello di Attilio Bressan, storico soccorritore, per 30 anni nelle fila del soccorso alpino dei quali ben 22 da capo stazione della Val Pettorina Marmolada. “Ho lasciato il soccorso alpino nel 2001 con un po’ di tristezza lo devo ammettere, ma forse pensandoci oggi era giusto così dopo trent’anni è giusto passare la mano ai giovani”, racconta Attilio. Oggi, alle soglie dei 77 anni,Tilio  continua la sua opera in Marmolada sistemando le testimonianze degli uomini che lo anno preceduto. Sistema sentieri, caverne e manufatti nel ricordo di quei tanti soldati che tra il 1915 e il 1917 tra quelle rocce e quei ghiacciai perenni combatterono una guerra a oltre tremila metri.

Leggi tutto

Letture / L’ultima sfida di “don Slavina” 

A don Claudio Sacco scomparso nel 2009 sotto una valanga ha dedicato un libro Fabio “Rufus” Bristot, illustre personalità del Soccorso alpino, tra i maggiori esperti di neve e valanghe. In “Don Claudio e la luna” è racchiusa la vicenda umana del sacerdote che fu ai vertici dello scialpinismo dolomitico.

Leggi tutto

Un attacco di panico pagato caro

Per un attacco di panico tre escursionisti dovranno pagare all’elisoccorso oltre 700 euro a testa. Intendevano raggiungere la cima del Monte Stivo, una classica salita del Garda Trentino, ma a un certo punto non sono più riusciti a proseguire e hanno chiamato l’elicottero subito intervenuto…

Leggi tutto

Sciare, le statistiche che non vorremmo leggere

Nei comprensori sciistici del Trentino si verifica un quarto degli incidenti di sci in Italia e decine e decine sono gli incidenti non mortali ogni fine settimana. Il dibattito sulla sicurezza in pista è più che mai d’attualità. Il  trend è in costante crescita…

Leggi tutto

La prima istruttrice di soccorso con divisa da carabiniere

Nata a Bergamo 31 anni fa, mamma tedesca e padre italiano, dopo quasi cinque anni nel corpo degli Alpini, Michela Galimberti ha scelto di vestire la divisa dei carabinieri. E’ la prima donna dell’Arma a ottenere il titolo di istruttrice di soccorso in montagna.

Leggi tutto

“Wilderness medicine” / Esperienze e strategie a confronto

A Romano da Ezzelino in provincia di Vicenza si sono svolte in novembre le “Giornate di aggiornamento su argomenti di “Expedition and Widerness Medicine” (spedizioni e medicina in ambienti estremi). Il focus riguardava problemi legati anche a imprese diverse da quelle alpine, che, inizialmente, avevano come scopo l’esplorazione, le scoperte scientifiche, la colonizzazione, l’acquisizione di ricchezze. Ne riferisce il dottor Giancelso Agazzi.

Leggi tutto

Sicuri con la neve / Domenica 16 la Giornata nazionale

La giornata nazionale “Sicuri con la neve” del 16 gennaio 2022, dedicata alla prevenzione degli incidenti tipici della stagione invernale, viene confermata con attività in presenza. L’iniziativa fa parte del più ampio progetto “Sicuri in montagna” che il CNSAS, con il CAI, dedicano alla prevenzione. Il 16 gennaio i temi d’interesse saranno le valanghe, le scivolate su neve e ghiaccio, l’ipotermia e altro.

Leggi tutto

Soli in montagna? Ecco qualche consiglio

E’ opportuno intraprendere percorsi in solitaria in media e alta montagna? Ecco qualche consiglio utile per non correre rischi (Fonte: Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico – CNSAS)

Leggi tutto

Inghiottiti dalle Dolomiti, una conta impressionante

Elicotteri, droni, cani molecolari (foto qui sopra) sono alcuni degli strumenti usati dai soccorritori per ritrovare vivi i tanti che dai monti vengono come inghiottiti e mai più restituiti. E’ impressionante il numero delle persone sparite dal 2000 oggi in provincia di Belluno. Il Gazzettino del 31 agosto ne enumera una ventina…

Leggi tutto

Angeli delle vette / Calumer, custode della Grignetta

Giuseppe Orlandi noto come Calumer è uno dei 250 tecnici soccorritori specializzati della Delegazione Lariana. Moschettieri di scorza dura, sempre alle prese con barelle portantine, ganci baricentrici di elicotteri, complicate manovre in parete anche in piena notte e sotto l’imperversare di burrasche che non si fanno certo riguardo di complicare situazioni già di per se delicate per non dire estreme. Un film sulla sua figura è stato realizzato da Vibram.

Leggi tutto

Bikers sfrenati, soccorritori allo stremo

Allarma il boom di praticanti (e di incidenti) della discesa in mtb (downhill). Indispensabile in base a una legge di cui si averte l’esigenza dovrebbe essere il casco integrale obbligatorio. Le regole dovrebbero risultare analoghe a quelle oservate da chi pratica gli sci.  È quanto i consiglieri del Partito Autonomista Trentino Tirolese (Patt) Lorenzo Ossanna, Michele Dallapiccola e Paola Demagri auspicano con un’interrogazione presentata a Trento in consiglio provinciale.

Leggi tutto

Pinzolo (TN) / La 50a Targa d’argento va a Mondinelli

Le campane suoneranno festosamente sabato 18 settembre a Pinzolo, nel Trentino. Il pittoresco borgo della Val Rendena è già in fibrillazione per la cinquantesima edizione della prestigiosa Targa d’Argento della Solidarietà Alpina. Quest’anno il premiato è Silvio Mondinelli, per gli amici “Gnaro” che in bresciano significa “ragazzo”. “Un uomo vero, sensibile, dotato di grande energia e di straordinarie capacità alpinistiche”, lo definisce la giuria guidata dal mitico cavalier Angiolino Binelli che mezzo secolo fa lanciò questo premio unico al mondo, “un uomo che nel momento del bisogno non ha esitato a mettersi a disposizione di chi si è trovato in difficoltà”. 

Leggi tutto

Il soccorso che unisce e fa sistema

Oltre 10mila interventi di soccorso nel 2020. Nell’anno in cui tutte le attività outdoor, a causa dell’emergenza Coronavirus, hanno visto un forte calo degli utenti. Basterebbe questo dato per dare la “fotografia” di quanto il Soccorso Alpino e Speleologico si stia evolvendo e di come rappresenti sempre più un riferimento nel mondo dell’emergenza sanitaria in ambiente impervio.

Leggi tutto

Mostre / Eroismi dimenticati alle Tofane

“Da Checo da  Meleres agli Scoiattoli” è il titolo della mostra fotografica lungo le scale della Cooperativa di Cortina che ripercorre i 150 anni dell’alpinismo ampezzano. Carlo Gandini, memoria storica, propone fotografie d’epoca e scritti, a cominciare dal 1863 con la prima salita alla Tofana del giovane viennese Paul Grohmann, pioniere dell’alpinismo in Dolomiti, e l’esperto ampezzano Francesco Lacedelli. Vengono rievocate anche pagine gloriose degli “Scoiattoli”, protagonisti del Soccorso alpino.

Leggi tutto

Allarme. Si è perso il senso del pericolo

Ondate di stupita indignazione ha sollevato la foto qui riprodotta dello stravagante tipo in tenuta da jogging che va a spasso sul ghiacciaio pianeggiante del Breithorn a 4.000 metri di quota come se fosse su una spiaggia. Senza abbigliamento tecnico adeguato, senza scarponi, ramponi, casco e corda. Solo con bermuda, canottiera e sneakers. L’immagine è stata opportunamente diffusa dal Soccorso alpino valdostano. Anche Tartarino era convinto che in fondo ai crepacci ci fossero dei materassi…

Leggi tutto

Celebrazioni / Trent’anni fa l’inferno ai Brentei

Sono passati trent’anni. Ma per la comunità di Nostra Signora di Lourdes restano sempre i “ragazzi”. Con queste parole sono stati ricordati il 17 luglio 2021 a Piacenza Carla Acerbi, Cinzia Ballestri, Francesco Boselli, Matteo Ferdenzi, Michele Ferrari, Andrea Rubbino e il seminarista Nuccio Sebastiano Malaponti: i giovani che il 17 luglio del 1991 finirono travolti da una slavina lungo il sentiero che dal rifugio Brentei nelle Dolomiti del Brenta scende a Madonna di Campiglio.

Leggi tutto