La Valle Varaita lancia il turismo “esperienziale”

“Sentieri e montagne non bastano, dobbiamo offrire il rapporto con la comunità locale”. Lo sostiene Bruno Morella, titolare del rifugio “Meira Paula” di Rore a Sampeyre che si è fatto portavoce in Unione Montana di un nuovo progetto: offrire ai turisti visite esperienziali, per scoprire “l’anima della valle Varaita”. L’obiettivo è arrivare a proporre per l’estate l’iniziativa “Monviso Experience” (nome provvisorio), un calendario di visite nelle aziende della valle rivolte a singoli turisti o a gruppi.

Leggi tutto

Anche le dighe idroelettriche invecchiano

Con l’aumento delle temperature, il permafrost si scioglie e i versanti delle montagne potrebbero diventare più instabili. Questo accresce il pericolo di frane nei laghi artificiali e quindi di onde anomale e devastanti, come avvenne alla diga del Vajont,Il grido di allarme viene lanciato dall’agenzia Swissinfo che ha intervistato l’ingegner Francesco Amberg (foto), uno dei tecnici addetti al risanamento della diga della Verzasca.

Leggi tutto

Monti in città, le novità di maggio

La libreria Monti in città (Milano – viale Monte Nero 15 angolo giardini a due passi da Porta Romana – Tel 0255181790 – Mail: libridimontagna@montiincitta.it) presenta nella newsletter del 12 maggio 2022 diverse novità. Domande e consigli anche in chat 351 7705760. Nella foto un particolare della copertina del nuovo libro del veterano polacco Krzysztof Wielicki.

Leggi tutto

Alpi del futuro / Al Cervino spunta il Giardino delle Palme

La Commissione internazionale per la protezione delle Alpi (Cipra) in occasione del settantesimo compleanno prova a immaginare come potrebbero essere le Alpi del futuro. Un appassionante gioco lanciato a suo tempo da Mountcity e da Fatti di Montagna…

Leggi tutto

Celebrazioni / Eroismi e schermaglie sull’Eiger

Nel 1962 gli italiani saliti per primi in cima per la parete nord sull’Eiger, il temibile “Orco”, non ricevettero in patria grandi applausi per l’impresa…

Leggi tutto

Il grande giornalismo di una storica “penna nera”

Egisto Corradi (1914-1990) del quale la Fondazione Corriere della Sera ha raccolto e pubblicato i reportage (1945-1974) in un volume curato da Franco Contorbia fu ufficiale degli alpini. Venne definito “un grande giornalista, un gigantesco cronista e un intrepido inviato che non ha mai rinunciato all’umiltà, che dovrebbe essere la stella cometa del nostro lavoro”. 

Leggi tutto

Trekking urbani / Il Cai alla “Civil Week 2022”

Le due sezioni milanesi del CAI hanno partecipato alla prima “Civil Week” della città metropolitana promossa dal Corriere della Sera/Buone Notizie e organizzata dal Ciessevi Milano (Centro Servizi Volontariato). La manifestazione ha visto le Onlus mettere in atto trecento eventi nei quattro giorni dal 5 all’8 maggio.

Leggi tutto

Monte dei Cappuccini / Sistemi in divenire

“Laboratorio Montagna” è il titolo della nuova mostra del Museomontagna (Torino, Monte dei Cappuccini) che s’inaugura mercoledì 25 maggio alle ore 18. La mostra si inserisce all’interno di un percorso di osservazione e rappresentazione della montagna contemporanea che il museo ha avviato nel 2018.

Leggi tutto

Letture / Alpeggi, un mondo che non c’è più

Per oltre sette secoli migliaia di alpeggi hanno costellato i monti dell’Ossola, plasmando il paesaggio e la cultura degli uomini di montagna. Oggi questo mondo è completamente trasformato, ma l’alpeggio rimane centrale per il futuro delle Alpi. Una storia generale degli alpeggi di Ossola e Valgrande è al centro del libro “Alpeggi delle Alpi” di Paolo Crosa Lenz (Grossi edizioni, 416 pagine).

Leggi tutto

Parole alpine / “Fare trahoscta”

Fare trahoscta (o fà travosta secondo corruzioni dialettali recen­ti) è una parola walser sconosciuta in pianura dove i carichi pesanti un tempo veniva­no trasportati da carri trainati dagli animali. In montagna tutto doveva essere trasportato in spalla, “a trahoscta” a quanto riferisce Paolo Crosa Lenz nel suo mensile “Lepontica”.

Leggi tutto

Cecilia, tutta casa e soccorso alpino

Cecilia De Filippo, 42 anni, è la prima donna a capo di una stazione del soccorso alpino in Veneto. A distanza di otto anni dalla nomina resta la sola nella regione, forse in Italia. In Val Comelico guida una quindicina di uomini. “Ora sono al mio terzo mandato”, spiega, “e forse non potrò più ricandidarmi alla prossima tornata, secondo il regolamento. La scadenza è nel 2023, vedremo se le cose cambiano”. 

Leggi tutto

Vie storiche / La mulattiera che stregò Sherlock Holmes

La storia di Loèche les bains o Leukerbad è strettamente legata con la viabilità transalpina. Il Vallese è diviso dal resto della Svizzera dalla seconda catena alpina con vette di oltre 3000 m intervallate da passi coperti di neve e ghiaccio anche d’estate. Solo i valichi del Grimsel e del Furka, vicini alle sorgenti del Rodano, sono carreggiabili.

Leggi tutto

Letture / La virtuosa educazione alpina (seconda parte)

Portare la montagna, scuola di vita, tra i banchi della scuola è un’idea che risale addirittura a due secoli fa. Nel quaderno di Quartieri tranquilli realizzato a Laura Guardini e Roberto Serafin nell’ambito del progetto “Quartieri in quota” emergono, come si è visto nella prima puntata di questa cronologia pubblicata in MountCity, storiche esperienze di educazione alpina…

Leggi tutto

Addii / La Val Vigezzo orfana di Benito 

È mancato in aprile in Val Vigezzo lo scrittore e giornalista Benito Mazzi. Per trent’anni fu editore e direttore del settimanale locale “Eco Risveglio”, nato nell’immediato secondo dopoguerra come testata laica. Oltre che giornalista onesto, fu grande scrittore, paragonato a Cesare Pavese e fra i grandi della letteratura piemontese. Raccontò, attraverso la lente della sua valle, i cambiamenti di un’Italia che da paese contadino stava diventando industriale e, per le Alpi, turistico. Il suo capolavoro fu “La formica rossa”.

Leggi tutto

Val Baranca (Ossola) / Rinasce la “Via di Sant’Antonio” 

Impegnativi lavori sui sentieri più in quota sono stati fatti nell’Ossola dal Gruppo Escursionisti “Val Baranca” di Bannio Anzino. Assai impegnativo è stato il recupero, nella zona alta della Val Rosenza, dello storico e antico sentiero denominato “Via di S. Antonio” percorso frequentato dai valligiani della Valstrona e Valsesia.

Leggi tutto

Barmasse, premiato il suo libro sul Cervino

Hervé Barmasse si conferma scrittore di valore ottenendo con “Cervino. La montagna leggendaria” (Rzzoli) il primo posto del Premio ITAS del Libro di Montagna 2022 nella sezione “Alpinismo e sport di montagna”. Si tratta della seconda opera dell’alpinista valdostano che pubblicò il suo primo libro “La montagna dentro” (Laterza) nel 2015 vendendo oltre 40mila copie con traduzioni in tre lingue.

Leggi tutto

La lepre tradita dalla sua bianca pelliccia

Una ricerca ha evidenziato che in inverni senza neve le lepri hanno dei tassi di sopravvivenza inferiori rispetto agli inverni con neve. Perché non riescono a sincronizzare la muta con la presenza di neve al suolo e le aquile le vedono e le predano più facilmente. 

Leggi tutto

Fieramilanocity / In mostra la montagna dei giovani

I giovani imprenditori della montagna che hanno partecipato agli incubatori ReStartApp e ReStartAlp, promossi da Fondazione Edoardo Garrone nell’ambito del più ampio Progetto Appennino, sono protagonisti dal  29 aprile al 1° maggio 2022 a “Fa’ la cosa giusta!”, fiera del consumo critico e degli stili di vita sostenibili negli spazi di Fieramilanocity.

Leggi tutto

Letture / Ossola da scoprire in “Lepontica” di aprile 

La lettura di “Lepontica”, il mensile in pdf messo gratuitamente a disposizione da Paolo Crosa Lenz, offre nel mese di aprile 2022 sette brevi saggi che come sempre riguardano la cultura contadine nelle valli ossolane di cui Crosa Lenz è attento studioso. Gli argomenti variano dai fantastici terrazzamenti delle valli agli “sgerbi”, ovvero terreni incolti in terre abbandonate a se stesse, all’incantevole quadro “L’aratura a Miazzina” di Achille Tominetti (1848-1917) qui sopra riprodotto.

Leggi tutto

Giochi invernali in bilico tra perplessi e contrari

“Contrarietà no, ma perplessità sì. Non per l’evento in sè, ma per gli eccessi che questa manifestazione comporta”. Così si è espresso in un’intervista al Corriere delle Alpi Renato Frigo, confermato alla presidenza del Cai Veneto.

Leggi tutto

La primavera sugli scaffali

Dal 19 al 23 maggio a Torino sarà aperto il Salone del Libro, mentre a Trento è in programma dal 29 aprile all’8 maggio Montagnalibri. Quali le novità riguardanti il settore montagna, viaggi, avventura? Ne abbiamo spulciato alcune dalla newsletter del 19 aprile della Libreria milanese Monti in Città (Viale Monte Nero 15, angolo giardini, a due passi da Porta Romana). Per informazioni chiamate o chattate al  351 7705760 oppure scrivete una mail a info@montiincitta.it

Leggi tutto

Letture / L’ultima sfida di “don Slavina” 

A don Claudio Sacco scomparso nel 2009 sotto una valanga ha dedicato un libro Fabio “Rufus” Bristot, illustre personalità del Soccorso alpino, tra i maggiori esperti di neve e valanghe. In “Don Claudio e la luna” è racchiusa la vicenda umana del sacerdote che fu ai vertici dello scialpinismo dolomitico.

Leggi tutto

Salvata dall’angelo dei bimbi

Drammatico salvataggio a quota tremila in Turchia durante un’escursione sci alpinistica sul monte Baset nell’Anatolia centrale. Durante la discesa si è staccato un fronte di nove soffice, di circa 200 metri, che ha travolto 6 escursionisti.  Due sono stati del tutto sepolti. La situazione più drammatica è stata quella di Paola Favero, bassanese, scrittrice e naturalista, colonnello dei carabinieri forestali, che aveva perso i sensi. Deve la vita al tempestivo intervento dell’alpinista vicentino Mario Vielmo che l’ha rintracciata grazie ai sensori dell’apparecchio portatile “Artva”.

Leggi tutto

Incontri / Quando i nonni vestivano alla montanara

La Società Escursionisti Milanesi, in collaborazione con il Comune di Milano e il Nuovo Polo Mozart, propone da lunedì 11 aprile, ore 15-17, presso il Centro Socio Ricreativo Culturale Nuovo Polo Mozart, corso di Porta Vigentina, 15, 20122 Milano  una serie di incontri sul tema delle montagne e della natura. “Vestivamo alla montanara” è l’argomento del primo incontro.

Leggi tutto

Vivere a Chiusa Pesio, per qualcuno è un sogno

Alle 12 di mercoledì 15 dicembre è scaduto il termine per partecipare al bando della Regione Piemonte allo scopo di ottenere un sostegno economico da 10 mila a 40 mila euro riservato a chi decide di comprare casa e trasferirsi in quelle Terre Alte.   Da tutta Italia, anche dal Sud e dalle isole, 571 sono le domande di persone o famiglie che vogliono trasferirsi dalla città in uno dei piccoli comuni montani piemontesi. Oltre un quarto delle destinazioni preferite (126) riguarda la Granda e il comune più richiesto è Chiusa Pesio,

Leggi tutto