Lunga vita alla Marcialonga

A Trento in pieno centro storico, un anello di neve tra via Belenzani e piazza Duomo ospita giovedì 26 gennaio la cerimonia inaugurale della cinquantesima Marcialonga che si svolge domenica 29 nelle valli di Fiemme e Fassa. Mezzo secolo è dunque passato, anzi volato, da quella prima edizione che fu per molti di noi milanesi, compreso chi scrive queste note, un’occasione per offrire una prova di forza e di amore per quelle Dolomiti che costituiscono l’incantevole scenario della gara.

Leggi tutto

“Olimpiadi sostenibili? Mai state tali”

Nella lettera del 1° gennaio inviata da Luigi Casanva al direttore del quotidiano “L’Adige” emerge l’invito a riflettere sui costi esorbitanti delle Olimpiadi Milano-Cortina. “Per quindici giorni di gare”, osserva l’ambientalista nel suo scritto, “non si possono sconvolgere vallate intere imponendo ai territori strutture insostenibili nel tempo”.

Leggi tutto

La crisi eco climatica e il futuro delle Dolomiti

Nell’ambito di un progetto di ricerca sulla crisi eco-climatica nelle Dolomiti e relative visioni di futuro, è stato realizzato questo interessante video, che Mountcity pubblica per ragioni di condivisi interessi e obbiettivi. Nel video vengono messe in dialogo varie voci dolomitiche su un tema sicuramente caro ai nostri lettori.

Leggi tutto

Il bob avvelena i Giochi invernali

Nuove burrasche si annunciano per le Olimpiadi invernali del 2026. La Commissione per la protezione delle Alpi denuncia il clima che si è creato con la scarsa trasparenza, a suo dire, degli organizzatori. Incredibile viene poi giudicata da Cipra Italia l’ostinazione nel realizzare ad ogni costo una nuova pista da bob a Cortina dove quella dedicata al campione Eugenio Monti (nella foto) è da tempo inutilizzabile.

Leggi tutto

Strutture obsolete / Le 50 “strobs” delle Dolomiti

Le prossime Olimpiadi non dovrebbero essere motivo di consumo di altro territorio. Semmai di rigenerazione delle strutture abbandonate. Che non offrono uno spettacolo decoroso. Si sono finora contate in provincia di Belluno almeno 50 “strobs”, termine che sta appunto, per strutture obsolete.

Leggi tutto

Cortina ’54, operazione nostalgia

Italia Nostra prosegue il suo impegno per scongiurare la costruzione della nuova pista di bob a Cortina. A questo scopo, ha lanciato un crowdfunding -https://gofund.me/ae2863b3 – per finanziare il ricorso al TAR volto a:
–    Salvaguardare la storica Pista olimpica da Bob “Eugenio Monti”.
–    Impedire la realizzazione di un’opera dai costi esorbitanti.

Leggi tutto

Il bob e l’agonia del Centro di Misurina

Con un decimo degli ottanta milioni di euro necessari per costruire la pista di bob a Cortina in vista dei Giochi del 2026 si potrebbe salvare l’agonizzante Centro di Misurina per le malattie respiratorie dei bambini di cui si annuncia la chiusura. La sua sorte però sembra segnata, l’agonia continua.

Leggi tutto

Libro bianco / La verità sulle Olimpiadi “a costo zero”

“Ombre sulla neve” s’intitola il nuovo libro-inchiesta di Luigi Casanova, storico ambientalista e presidente onorario di Mountain Wilderness Italia, sulle Olimpiadi invernali Milano-Cortina 2026 ormai prossime. Scritto con contributi dei comitati locali e di Italia Nostra di Belluno, è pubblicato da Altreconomia e sarà in libreria dal 2 dicembre. Per gentile concessione dell’autore, ecco qualche importante anticipazione.

Leggi tutto

Dolomiti / Un trekking attraverso la storia 

Quarantasette tappe, tre regioni e un percorso a spirale lungo 250 milioni di anni. In occasione della rassegna bellunese “Oltre le vette” è stato presentato il “Dolomites World Heritage Geotrail”, un trekking di più giorni pensato per attraversare i nove sistemi delle Dolomiti in un’ottica di “geo-turismo” capace di introdurre l’escursionista, passo dopo passo e in modo semplice, alla storia geologica delle Dolomiti. 

Leggi tutto

Incontri / Cento alpinisti dolomitici ospiti dei Rondi

Saranno i Rondi del Comelico a organizzare sabato 15 ottobre l’edizione 2022 di “Dolomia” l’appuntamento annuale che raduna più di un centinaio di alpinisti provenienti dai vari gruppi delle Dolomiti, chiamati a ritrovarsi e a scalare sulle montagne del Gruppo di rocciatori che ospita, di volta in volta, l’evento itinerante. 

Leggi tutto

Montagna per tutti / L’insegnamento della “Targa d’argento”

La 51esima edizione del Premio internazionale della Solidarietà alpina si è svolta sabato 17 settembre a Pinzolo con la consegna della Targa d’argento a Ornella Giordana e Marco Battain, una coppia piemontese che, nella vita, ha scelto di dedicarsi agli altri promuovendo, tra i primi, in ambito Cai, la “Montagnaterapia”, un concetto di ambiente naturale come fonte di benessere che deve e può essere reso accessibile a tutti.

Leggi tutto

Gli sprechi delle Olimpiadi “a costo zero”

Nella lettera ai media intitolata “Le Olimpiadi delle menzogne” che MountCity ha ricevuto il 19 settembre ed è qui pubblicata nella sua integrità, il Presidente onorario di Mountain Wilderness Italia Luigi Casanova contesta le “contorsioni contraddittorie” del percorso olimpico delineato da Thomas Bach, presidente del CIO, negando che quelle del 2026 a Milano e Cortina possano considerarsi olimpiadi sostenibili come viceversa sostiene il presidente del CONI Giovanni Malagò.

Leggi tutto

Targa “erratica” per Castiglioni ai piedi del Crozzon

Storico compagno di cordata di Bruno Detassis, l’eroico Ettore Castiglioni è citato come Giusto tra le Nazioni (per avere portato in salvo oltre il confine  italo-svizzero numerosi perseguitati per motivi politici e razziali) nella targa “erratica” consegnata al rifugio Brentei. Qui la cerimonia della consegna ai piedi del Crozzon nel racconto di Laura Posani, vice presidente della Società Escursionisti Milanesi di cui Castiglioni fece parte.

Leggi tutto

Rifugi / Il nuovo Pedrotti, un faro nelle Dolomiti

Un grande faro nella facciata, il tetto rosso per essere visibile anche dall’alto: queste due innovazioni del nuovo rifugio Pedrotti alla Tosa nel cuore delle Dolomiti di Brenta. I lavori si inizieranno l’anno prossimo.

Leggi tutto

Sconti ai turisti che non usano l’auto

Gli ospiti che consegnano le chiavi dell’auto all’inizio della propria vacanza e non la usano per un periodo determinato possono godere di sconti su numerosi servizi come taxi, escursioni guidate, accesso a strutture balneari. Succede in Alta Val Badia, in Alto Adige, dove qualche hotel concede addirittura una notte di soggiorno gratuita nella stagione estiva successiva.

Leggi tutto

Cari escursionisti, non fidatevi di internet! 

Come previsto, le montagne dell’Alto Adige sono state prese d’assalto da migliaia di alpinisti, escursionisti e turisti. Ed è soprattutto a queste due ultime categorie che appartiene la maggioranza di chi si approccia alla montagna senza la necessaria preparazione, senza un’attrezzatura idonea e, ancora peggio, senza un’attenta programmazione. Il presidente del Soccorso Alpino Alto Adige, Giorgio Gajer, rinnova gli inviti alla prudenza e ad un approccio rispettoso alla montagna. 

Leggi tutto

Comelico / Stop ai vincoli, le piste si fanno

Una sentenza del Tar annulla i vincoli paesaggistici posti dal Mibac al progetto di collegamento sciistico tra Comelico e Val Pusteria. Vincoli ai quali si erano opposti i sindaci di Auronzo e del Comelico. “I vincoli”, si legge nella sentenza, “non servono a contrastare lo spopolamento. Anzi, rischiano di aggravarlo”. Le associazioni ambientaliste Italia Nostra, Mountain Wilderness Italia e Lipu si dicono stupite e amareggiate dalla sentenza.

Leggi tutto

Un megafrigorifero lungo due chilometri

In un comunicato stampa dell’8 agosto 2022 qui riportato nella sua integrità viene annunciato un importante incontro in programma giovedì 11 agosto a Cortina d’Ampezzo sul tema: “Olimpiadi Milano-Cortina 2026: tutti i segreti della nuova pista da bob”. Sulla base dei progetti in corso, la pista progettata viene definita un ”megafrigorifero” lungo due chilometri. I particolari dell’incontro nella locandina che pubblichiamo.

Leggi tutto

Stremate e infreddolite ma salve

Due ragazze belghe avevano in programma di raggiungere il rifugio Velo della Madonna dal rifugio Rosetta, quando nei pressi della forcella Porton hanno chiamato il Numero Unico per le Emergenze 112 perché stremate e infreddolite dalla pioggia…

Leggi tutto

Sagron-Mis. La montagna accoglie e si racconta 

L’incantevole Sagron-Mis, oasi nelle Dolomiti di un turismo lento di montagna, si anima in occasione del festival “Il personaggio dell’anno – Riconoscere per essere ri-conosciuti” nei giorni dal 12 al 14 agosto. Gli estimatori delle Alte Terre avranno l’occasione di scoprire, come informa un comunicato delle organizzazioni turistiche, l’incredibile mondo di valori che ruota intorno a Sagron-Mis, grazie a un ricco programma di iniziative guidate sul territorio e serate dedicate al tema dell’alpinismo.

Leggi tutto

Rifugi / Rinasce il “Maria e Alberto” ai Brentei 

Dopo oltre due anni di ristrutturazione, sabato 9 luglio è stato inaugurato il nuovo Rifugio Maria e Alberto ai Brentei nel cuore delle Dolomiti di Brenta. Il Brentei è stato interessato da numerosi lavori di ampliamento e ammodernamento. Bruno Detassis ne fu a lungo il custode…

Leggi tutto

Marmolada, quanto durerà l’agonia

Perché sorprendersi? Da tempo il ghiacciaio della Marmolada è senza un pelo di neve, almeno fino ai 2.900 metri. Lo annunciò in prima pagina con titolo a nove colonne il Corriere delle Alpi del 5 agosto 2021 che pubblicò anche l’impressionante foto qui riprodotta. La calotta glaciale? Lassù, ai 3.300 metri di Punta Penia, non esiste più. A Punta Rocca la società Funivie Marmolada ha messo al riparo la poca neve rimasta con grandi teli di nylon…

Leggi tutto

Catinaccio, il rifugio che diventa albergo

Non è solo una questione di estetica. Il nuovo rifugio ricoperto di alluminio inaugurato il 1° luglio al passo Santner sul Catinaccio fa discutere perché è cambiata la sua destinazione. Prima era un cubo messo su alla buona, ora si presenta come un hotel. Di ingordigia senza limiti parla Calo Alberto Zanella, presidente del Club Alpino Italiano altoatesino…

Leggi tutto

L’orticaria e la complessità del vivere in montagna

Nel commentare gli interventi alla manifestazione di protesta del 5 giugno a Passo Giau contro il “saccheggio” delle Dolomiti, interventi puntualmente riportati in MountCity, un lettore ha beffardamente espresso il parere che tale lettura gli fa venire l’orticaria. Su sollecitazione della redazione l’amico Luigi Casanova, che dell’incontro è stato fra gli organizzatori, ha cortesemente replicato con alcune osservazioni sulla complessità del vivere in montagna.

Leggi tutto