A quando un nuovo Bottescià?

Per quanto riservato a gente dura e disposta a tutto pur di vincere, il ciclismo ha assunto negli ultimi tempi un aspetto a dir poco salottiero facendo rimpiangere ai veterani appassionati i tempi in cui Charlie Gaul arrancava nella bufera di neve sul passo del Gavia. Non era un Giro da freddolosi quello e non lo era ai tempi in cui l’indomito Ottavio Bottecchia, figlio di un ortolano, fu il primo ciclista italiano a vincere il Tour de France, nel 1924.

Leggi tutto

Letture / In montagna con la “pieghevole”

Si può affrontare un viaggio sulle Alpi senz’auto come racconta l’intraprendente Paolo Mellini nel suo libro (Alla conquista delle Alpi con una bici pieghevole, 144 pagine, 16 euro) confidando esclusivamente in una bici da mettere ripiegata nello zaino e che può essere usata solo in discesa e nei trasporti pubblici locali? 

Leggi tutto

Letture / Dieci ragazze in capo al mondo

“Ragazze in capo al mondo” (Editoriale Scienza, 144 pagine, 18,90 euro) racconta la vita di dieci donne protagoniste di viaggi incredibili, in epoche in cui ogni spostamento era da considerarsi una vera e propria impresa. Un libro che MountCity è lieto di consigliare alle giovanissime e ai giovanissimi in occasione della Festa della Donna.

Leggi tutto

Traversate / Concluso il sogno di Fernanda e Antonio  

La camminata destinata a unire idealmente attraverso la catena alpina il Tirreno all’Adriatico si è conclusa e giustificata è la soddisfazione di Fernanda e Antonio Papini, coniugi di Montecatini Terme. Due zaini, due cuori, l’avventura è stata vissuta per una ventina d’anni senza enfatizzare qualche problema affrontato e risolto, confidando i momenti salienti agli amici tra i quali con piacere veniamo annoverati noi di mountcity…

Leggi tutto

Letture / Scialpinista invoca la moglie che lo salva

Durante la discesa Giorgio finisce a testa in giù in una dolina con una caduta rovinosa in Alpago (Belluno). Ora quell’esperienza è un ricordo indelebile affidato a un testo di novanta pagine il cui titolo evoca il legame con la moglie, “Amore vieni a salvarmi”. Annalisa in quelle ore durissime non perse mai in effetti la speranza di riabbracciare il suo uomo…

Leggi tutto

Restaurata la Tenda Rossa, vanto di Milano

Torna in mostra a Milano la Tenda Rossa che fu rifugio nel mar Glaciale Artico dopo lo schianto nel pack del dirigibile Italia nel 1928 al comando dell’esploratore Nobile. Sono trascorsi cinque anni dall’annuncio del restauro. Che dev’essere stato più complesso del previsto, ma era dovuto.  Come la spedizione al K2 del 1954 anche questa al Polo Nord fu tutta di matrice milanese. Furono in entrambi i casi usate le tende della ditta Moretti che aveva il negozio in Foro Bonaparte.

Leggi tutto

Venti ore semisommerso dalla valanga. Salvo!

Trafitto dagli aghi delle flebo, Carluccio Sartori racconta che effetto fa sopravvivere per venti ore sotto una valanga. Il sollievo glielo si legge negli occhi e il reparto rianimazione dell’Ospedale di Bolzano gli deve sembrare un grand hotel in confronto con la gelida caverna che era riuscito a scavarsi dopo essere stato travolto da una valanga mentre faceva sci alpinismo in Val Badia…

Leggi tutto

Letture / Mazeaud rievoca il Freney

Un uragano di proporzioni bibliche si scatena appena sotto la vetta. È il primo atto di un dramma che nel 1961 coinvolse, oltre agli alpinisti, le guide di Courmayeur, la stampa internazionale e la televisione, che resero questa tragedia un evento mediatico senza precedenti. 

Leggi tutto

Il sogno nero sull’Everest

’alpinista americano Eddie Taylor racconta qui l’esperienza del Team “Full Circle”, un progetto basato sull’inclusività (e studiato con l’azienda Scarpa). Il team salito sull’Everest era composto da sette alpinisti di colore. 

Leggi tutto

In cammino con gli Spalloni / Prima tappa

Sabato 2 luglio 2022, i Cammini senza Frontiere dei Sentieri degli Spalloni hanno avuto inizio, fra passi di fatica ed emozioni contagiose, amore per la montagna e per questa storia. La comitiva di 77 persone è partita dalla Valle Vigezzo: alcuni figuranti con le bricolle e il gruppo di camminatori accompagnati dalle guide Nori Botta, Stefania Vaudo , Maruska Gobbi , con il supporto del Soccorso Alpino di Vigezzo e di Domodossola, hanno percorso il Sentiero dei F.lli Bevilacqua che da Arvogno di Toceno arriva a Masera…

Leggi tutto

Movimento Lento / Come orientarsi sui sentieri

Un bel weekend in cui staccare la spina e magari trovare se stessi, oltre che la retta via. A proporlo è stata la Scuola del Movimento Lento ai piedi delle Alpi piemontesi, lungo il Cammino di Oropa, presso il Santuario di Graglia.

Leggi tutto

Longoni ospita Della Bordella, vincitore del premio SAT

Il negozio DF Sport Specialist di Brescia ospita la serata “A tu per tu con i grandi dello sport” con Matteo Della Bordella, alpinista, arrampicatore ed esploratore, recente vincitore a Trento del Premio SAT.

Leggi tutto

Progetto Swat / Le iscrizioni ai trekking d’avventura 

L’Asian Desk di Mountain Wilderness International propone una serie di trekking d’avventura nell’alto Swat, in Pakistan, organizzati in collaborazione con Ismeo (Associazione internazionale di studi sul Mediterraneo e l’Oriente) e il Club Alpino Accademico Italiano (Caai). Qui il bando completo dell’iniziativa.

Leggi tutto

Inarrestabile Hervé / Dal Nanga al trimarano di Soldini

Appena tornato dal Nanga Parbat che lo ha respinto con i suoi venti implacabili, Hervé Barmasse si è messo a caccia di nuove sfide sportive accettando l’invito di Giovanni Soldini e del Team di Maserati Multi 70, il multiscafo su cui si è imbarcato che ora sta mollando gli ormeggi da Antigua per puntare su La Spezia lungo una rotta di quattromila miglia.

Leggi tutto

“Ragni” da epopea / Patagonia 2022, i due report 

Come si apprende dal comunicato del 18 febbraio 2022 diramato dall’ufficio stampa dei Ragni, la stagione patagonica che si è appena conclusa è stata una delle più memorabili nella storia dei celebri maglioni rossi, segnata da momenti esaltanti, nonché, purtroppo, da vicende terribili. Nelle passate settimane i media hanno dato ampiamente notizia di ciò che è accaduto sul Cerro Torre, riferendo sia del terribile incidente di cui sono state vittime Thomas Aguilo “Tomy” e Corrado Pesce “Korra”, sia delle nuove vie aperte. Qui viene offerta una visione complessiva e dettagliata della spedizione nei due report stilati dagli stessi alpinisti.

Leggi tutto

Il jet stream non dà tregua. E Barmasse rinuncia al Nanga

Hervé Barmasse ha rinunciato alla scalata della parete Rupal al Nanga Parbat mandandoci dal campo base un ameno filmato in cui narra la vita non del tutto ingrata di un alpinista che in attesa di sferrare l’attacco se la passa con libri, musica e mirto. E, insomma, che trova il modo di divertirsi anche se è chiaro che la montagna non è un luogo fatto su misura per l’uomo… 

Leggi tutto

Progetto Swat, un Pakistan da scoprire

Mountain Wilderness International, con il sostegno del governo del Pakistan e dell’Agenzia italiana per la cooperazione, ha in programma di inviare nel 2022 nelle montagne dello Swat un gruppo di alpinisti per portare a termine il rilevamento di tutti i potenziali sentieri escursionistici, ma anche per scalare le principali vette lungo nuovi percorsi impegnativi. 

Leggi tutto

“Wilderness medicine” / Esperienze e strategie a confronto

A Romano da Ezzelino in provincia di Vicenza si sono svolte in novembre le “Giornate di aggiornamento su argomenti di “Expedition and Widerness Medicine” (spedizioni e medicina in ambienti estremi). Il focus riguardava problemi legati anche a imprese diverse da quelle alpine, che, inizialmente, avevano come scopo l’esplorazione, le scoperte scientifiche, la colonizzazione, l’acquisizione di ricchezze. Ne riferisce il dottor Giancelso Agazzi.

Leggi tutto

Temporali formativi ed escursioni esperenziali

Non è un dramma se sul più bello si mette a piovere e la terra sprigiona i suoi aromi. Al contrario… Di questo parere è anche Michele Comi, provetta guida alpina malenca e “facilitatore d’esperienze in montagna”, che in Facebook raccomanda in caso di pioggia “di essere bene equipaggiati, in grado di riconoscere le reali situazioni di pericolo: perché alla fine è acqua che cade dal cielo, mica acido solforico, che diamine!”. 

Leggi tutto

Letture / Alla scoperta della “Sacred Mountain”

Diario di una spedizione del 1935 alla montagna sacra del Kailash o Kailasa nel Tibet occidentale, torna nelle librerie “Santi e briganti nel Tibet ignoto” di Giuseppe Tucci (Hoepli, 205 pagine ristampate anastaticamente, 29,90 euro).

Leggi tutto

Letture / Claire, miracoloso salvataggio nel deserto

Un trekking in solitaria nel deserto, una caduta accidentale, una frattura, nessun collegamento con il mondo esterno… Con la sua testimonianza Claire Nelson si è guadagnata le prime pagine dei giornali di tutto il mondo. Ora la sua tremenda avventura la racconta nel libro fresco di stampa “Le cose che ho imparato cadendo” (Corbaccio, 269 pagine, 18 euro).

Leggi tutto

McKinley all’inchiostro di china

Si celebra nel 2021 il 60° anniversario della prima salita del Mount McKinley (6178 m, Alaska) compiuta dalla Spedizione “Città di Lecco – Alaska ‘61” guidata da Riccardo Cassin e composta da Luigino Airoldi, Gigi Alippi, Jack Canali, Romano Perego e Annibale Zucchi. La celebrazione dell’importante scalata può essere anche un buon motivo per ricordare Achille Patitucci (1903-1967), illustratore e giornalista, che attraverso le pagine del Corriere della Sera e della Domenica del Corriere contribuì in quegli anni a divulgare le conquiste compiute dagli alpinisti italiani, compreso il McKinley illustrato nella tavola che MountCity è lieto qui di riproporre.

Leggi tutto

Madinelli, il senso dell’avventura

Giorgio Madinelli è l’autore del primo libro di “greppismo”, il manifesto di un modo di andare in montagna “che valorizza la crescita personale bandendo le situazioni artificiali”. Lo presenta Vittorino Mason, suo compagno d’avventure, autore anche delle immagini che pubblichiamo.

Leggi tutto

Souvenir del conte Bonzi, scopritore della Groenlandia

La Groenlandia sarà al centro dell’attenzione del prossimo TrentoFilmfestival anche per le rarissime fotografie scattate nel 1934 da Leonardo Bonzi nel corso della prima spedizione italiana in Groenlandia. Un’occasione per riscoprire un personaggio ingiustamente dimenticato, all’epoca socio accademico del Club Alpino Italiano.

Leggi tutto

Marte nei sogni alpinistici di Bepo “mani da strapiombo”

L’ammartaggio effettuato dal veicolo spaziale della Nasa sul pianeta rosso rimetterebbe oggi le ali, se ancora fosse al mondo, ai sogni spaziali di un grande alpinista del passato, il bellunese Bepi (o Bepo) De Francesch (1924-1997) detto “mani da strapiombo”, un campione del sesto grado. Nell’altro millennio fu Bepo a rivolgersi alla Nasa per prenotare almeno una scalata “spaziale”. Una richiesta che sottintendeva un’opinione oggi generalizzata: sulla Terra rimane ben poco di interessante da fare…

Leggi tutto