“Laboratorio Montagna” al Monte dei Cappuccini

La mostra “Laboratorio Montagna”, che s’inaugura mercoledì 25 maggio al Museo Nazionale della Montagna, si inserisce all’interno di un percorso di osservazione e rappresentazione della montagna contemporanea che il museo ha avviato nel 2018. Un processo che ha preso forma attraverso il ricorso a linguaggi, strumenti e interlocutori di ambiti multidisciplinari, come risposta alla complessità che caratterizza i territori montani del presente. 

Leggi tutto

Estate 2022 / Il teatro-cava ospita un’opera rock

Dal 22 luglio al 4 settembre il teatro-cava di Oira in in Val d’Ossola ospita grandi eventi e la prima mondiale della spettacolare opera rock di Stewart Copeland The Witches Seed con Irene Grandi. La Fondazione Tones on the Stones conferma il calendario estivo con un programma di musica, pensiero ecologico e cultura della montagna.

Leggi tutto

Apuane / La nuova vita del Coro Monte Sagro

Entrare a far parte del Coro Monte Sagro che dal 1963 tiene alto il nome di Carrara in Italia e nel mondo mettendo in musica l’essenza stessa della carrarinità: era questo il sogno che Mirto Serafin, studente diciassettenne di Carrara, coltivava da tempo. Ora il sogno si è realizzato. Il complesso che appartiene al patrimonio culturale di Carrara ha accolto Mirto quale membro onorario.

Leggi tutto

Monte dei Cappuccini / Sistemi in divenire

“Laboratorio Montagna” è il titolo della nuova mostra del Museomontagna (Torino, Monte dei Cappuccini) che s’inaugura mercoledì 25 maggio alle ore 18. La mostra si inserisce all’interno di un percorso di osservazione e rappresentazione della montagna contemporanea che il museo ha avviato nel 2018.

Leggi tutto

Suoni e silenzi negli ultimi spazi selvaggi

I “Suoni delle Dolomiti” coinvolgono sei Apt: val di Fassa, val di Fiemme, San Martino di Castrozza, Passo Rolle, Primiero e Vanoi, val di Non, Madonna di Campiglio, Dolomiti-Paganella.  La musica live in quota continua tuttavia a sollevare non poche perplessità come dimostra il progetto “Entra nelle Dolomiti del Silenzio”.

Leggi tutto

Ma il “vero” Cenacolo resta un mistero

Sabato 30 aprile nel corso della trasmissione televisiva “Parole” curata da Massimo Gramellini è stato “rivelato” (si fa per dire) che il Cenacolo di Leonardo, l’ambiente a cui il maestro si è ispirato, si troverebbe nella pittoresca località di Civate, in Brianza… 

Leggi tutto

“Musica in quota” / Appuntamento al tramonto

Dopo aver festeggiato i primi 15 anni di vita con un’edizione apprezzatissima, “Musica in Quota” torna puntuale dal 19 giugno all’11 settembre con dodici concerti gratuiti ambientati in scenari di grande fascino, tra le Alpi Piemontesi e i laghi Maggiore, di Mergozzo e d’Orta, ad altitudini comprese tra gli 800 e i 2.500 metri: un viaggio nell’Alto Piemonte in grado di unire alla bellezza dei paesaggi la grande musica live.

Leggi tutto

Mario Botta, 60 anni di architettura 

Nel ciclo espositivo “Nature” alla Galleria Gian Ferrari del MAXXI di Roma, sul tema “sacro e profano”, l’architetto svizzero Mario Botta ha cesellato un’installazione che offre al visitatore l’essenza della creazione architettonica del XXI secolo. “Costruire è di per sé un atto sacro, è un’azione che trasforma una condizione di natura in una condizione di cultura”, ha spiegato il maestro.

Leggi tutto

Vie storiche / Viaggio pittorico nei Monti di Brianza

Per celebrare il bicentenario del viaggio in Brianza di Federico e Carolina Lose, uniti dalla passione per la pittura e le bellezze del paesaggio, l’Associazione Cammino di Sant’Agostino ha riunito i luoghi delle stampe edite a spese dei due coniugi in un itinerario di circa 150 chilometri da percorrere in bicicletta. La descrizione del tracciato è contenuta nel volume “Il tour dei Lose” curato da Renato Ornaghi (Opificio Monzese delle Pietre Dure, 2022) di cui riferisce Rosalba Franchi di “Vie storiche”.

Leggi tutto

Letture / Ossola da scoprire in “Lepontica” di aprile 

La lettura di “Lepontica”, il mensile in pdf messo gratuitamente a disposizione da Paolo Crosa Lenz, offre nel mese di aprile 2022 sette brevi saggi che come sempre riguardano la cultura contadine nelle valli ossolane di cui Crosa Lenz è attento studioso. Gli argomenti variano dai fantastici terrazzamenti delle valli agli “sgerbi”, ovvero terreni incolti in terre abbandonate a se stesse, all’incantevole quadro “L’aratura a Miazzina” di Achille Tominetti (1848-1917) qui sopra riprodotto.

Leggi tutto

Arte in montagna / Primavera a Monte Verità

La nuova stagione culturale di Monte Verità nel Canton Ticino si apre con la decima edizione degli Eventi letterari, che tornano al consueto appuntamento primaverile, sotto la guida ideale di James Joyce, nel centenario dalla pubblicazione dell’Ulisse. Intitolato “Le nostre odissee”, il Festival di quest’anno è un omaggio a uno dei grandi miti della cultura occidentale e vuole essere «un punto di partenza per interrogarci sul presente, sul tragico momento storico che stiamo attraversando (Monte Verità e PalaCinema di Locarno, 7-10 aprile).

Leggi tutto

Antichi treni in mostra / Quando viaggiare era un’arte 

La mostra “TRENI FRA ARTE, GRAFICA E DESIGN” aperta fino al 24 aprile presso il m.a.x. museo di Chiasso nasce in sinergia e come progetto integrato di mostra con il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, Napoli-Portici dove troverà una nuova collocazione a partire dal 22 maggio.  Si svolge sui tre piani del museo dove sono raccolti modelli, particolari di arredo originali e tenti documenti che riguardano soprattutto la storia delle ferrovie svizzere ed italiane.

Leggi tutto

L’omaggio degli alpini a Totò “uomo di mondo” 

Giganteggia da qualche giorno nei giardini di fronte alla caserma degli alpini Vian a San Rocco Castagnaretta di Cuneo la figura di Totò, o meglio una statua, in legno di cedro, omaggio al principe della risata, iniziativa dell’associazione “Uomini di Mondo” che riunisce chi, come il principe Antonio de Curtis, dice per vantarsi di avere “fatto il militare a Cuneo” anche se non è vero. 

Leggi tutto

Arte in montagna / In mostra i paesaggi di Paolo Punzo

Da sabato 2 aprile all’8 maggio la Torre Viscontea di Lecco ospita la mostra “Montagne di Lombardia” con i dipinti del pittore Paolo Punzo, evento di apertura della nuova edizione della rassegna “Monti Sorgenti”. L’inaugurazione è prevista venerdì 1 aprile presso la Sala conferenze di Palazzo delle Paure con un breve incontro a cui presenziano Emilio Aldeghi, coordinatore della manifestazione, Giorgio Cortella dell’agenzia Welcome e Simona Piazza, Vice Sindaco e Assessore a Cultura e coesione sociale.

Leggi tutto

Dolomiti / Conclusa la sfida dei blogger

La premiazione della decima edizione del Blogger Contest avverrà in occasione della Réunion di altitudini, incontro aperto a chi ama le belle storie e i luoghi fuori traccia. Si svolgerà a inizio giugno nelle Dolomiti Bellunesi. Come è stato riferito in MountCity che dell’iniziativa ha il privilegio di essere media partner sono Alessandra Cella, Giacomo Revelli e Irene Borgna i vincitori della sezione “racconti brevi”; Silvia Benetollo, Raffaele Negri e Sara Filippi Plotegher hanno vinto nella sezione “web comics”; Vincenzo Picone, Aronne Pel e Francesca Camilla D’Amico si sono imposti nella sezione “audio storie”.

Leggi tutto

Selvatica, 9a edizione / Arte e natura s’incontrano

Biella, Città Creativa UNESCO, dal 19 marzo al 26 giugno 2022 ospita la nona edizione di “Selvatica – Arte e Natura in Festival”, l’evento che racconta la bellezza della natura attraverso artisti, fotografi, creativi e ricercatori in un insieme di proposte che coniugano mostre di pittura, fotografia, scultura, laboratori e conferenze. La rassegna si svolge nella storica cornice di Biella Piazzo, nei tre complessi di Palazzo Gromo Losa, Palazzo Ferrero e Palazzo La Marmora che costituiscono il “Polo culturale di Biella Piazzo”.

Leggi tutto

Val Maira / Crolla un simbolo dell’emigrazione 

Il barcone in pietra “monumento ai migranti” nel vallone del Maurin, sopra Acceglio nella piemontese alta valle Maira, fu realizzato nel 2017 dall’artista tedesco Christof Schrцder. Ora però quest’opera di Land Art è crollata. Forse per cause naturali o perché qualche escursionista ha smosso inavvertitamente quelle pietre. Ma niente paura. Più di una persona ha dato la propria disponibilità a riparare gratuitamente questa significativa testimonianza, non certo la prima sul dolente argomento.

Leggi tutto

Castello della Manta / La stagione parte con le mongolfiere

La splendida corona delle Alpi Cozie, dominata dal profilo aguzzo del Monviso, fa da cornice alla mole imponente del Castello della Manta di proprietà del Fondo Ambiente Italiano che sorge a una quarantina di chilometri da Torino. Nata nel XIII secolo come avamposto militare, la roccaforte subì un’importante trasformazione nel Quattrocento grazie al colto e illuminato Valerano, signore e reggente del Marchesato di Saluzzo, che la trasformò in una fastosa dimora di famiglia in concomitanza con l’istituzione del feudo della Manta. 

Leggi tutto

Montagna in scena / “White out. La conquista dell’inutile”

Sabato 26 febbraio alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo va in scena il nuovo spettacolo di Piergiorgio Milano “Whire out. La conquista dell’inutile”. “White out” per gli scalatori significa perdita totale di visibilità, è il momento in cui il biancore delle nuvole si fonde con quello della neve e cancella ogni riferimento spaziotemporale…

Leggi tutto

Rustiche nobiltà alpine / La famiglia De Rodis

Enrico Rizzi ha ripercorso in un libro la storia di un prestigioso casato alpino, i Rodis della Valle Antigorio. La storia della famiglia De Rodis è legata alla valle di Premia. E’ una storia di cavalieri e dame, abati e vescovi appartenuti a “un’antica dinastia di rustica nobiltà alpina” come la definisce Rizzi…

Leggi tutto

Alpi occidentali / La nuova abitabilità del territorio

Opere in cui la qualità dell’organizzazione dello spazio si intreccia ai processi di sviluppo locale e alla diffusione di pratiche abitative innovative sono state esposte al Centro Saint-Bénin di Aosta nella mostra “Architetture contemporanee sulle Alpi occidentali italiane” proposta dalla Fondazione Courmayeur Mont Blanc con l’Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta e realizzata dal Centro di Ricerca “Istituto di Architettura montana” del Politecnico di Torino.

Leggi tutto

Forte di Bard / La natura in cento scatti magistrali

Cento immagini per raccontare una natura inconsueta, sempre più fragile e da difendere. È il “Wildlife photographer of the Year”, il riconoscimento fotografico promosso dal Natural History Museum di Londra che torna al Forte di Bard con la sua 57ª edizione. Fino al 5 giugno si possono ammirare i migliori scatti selezionati tra oltre 50 mila fotografie di autori provenienti da 95 Paesi

Leggi tutto

“Ritorno alla natura” / In mostra la collina dell’utopia

Allestita negli spazi del chiostro del Museo del Novecento di Firenze, la mostra “Monte Verità. Back to nature” racconta cento anni di utopia e ideali, incontri virtuosi e ricerche estetiche: dalla pratica vegetariana ai bagni di sole della Lebensreform, dalla nascita della teosofia alle espressioni libere del genio umano attraverso l’esercizio armonico del corpo, la pittura e la poesia.

Leggi tutto

Museomontagna / La montagna “sorvegliata speciale” di Viano

Il Museo Nazionale della Montagna annuncia dal 3 febbraio al 15 maggio la mostra “Carlo Viano forme volumi trame” con la quale viene presentata per la prima volta una selezione di opere realizzate nel corso dell’ultimo ventennio. Architetto di formazione e mestiere, Carlo Viano (San Colombano Belmonte, 1949) è stato, a partire dal 1977 e fino all’inizio del nuovo millennio, una delle figure professionali protagoniste del sistema culturale torinese.

Leggi tutto

Il futuro secondo Buzzati

Come cambieranno, se cambieranno, le montagne del futuro? “Fatti di montagna” se lo è chiesto come ben sa chi segue questo interessante sito proponendo una scorribanda tre le bollicine del Capodanno 2052 in una località delle prealpi lombarde. Sul tema si sono esercitate diverse penne, alcune delle quali illustri. Ma nessuna probabilmente più fertile di quella che fu di Dino Buzzati (1906-1972), bellunese, grande amico della montagna, alpinista provetto.

Leggi tutto