Dolomiti senza pace / Assalto a passo Santner

E’ “guerra ad alta quota” nelle Dolomiti per i rifugi di montagna che vengono trasformati in hotel. In Alto Adige è scontro tra le associazioni di settore, in testa Club Alpino Italiano e Alpenverein Suedtirol (il Cai in salsa sudtirolese), e la Provincia Autonoma per la concessione data per l’ampliamento del rifugio Passo Santner, luogo mito per l’alpinismo nelle Dolomiti…

Leggi tutto

“La città che sale”, convegno per il rilancio delle Terre Alte

L’approfondimento e la discussione del complesso tema del costruire in montagna oggi è al centro di “La città che sale: il monte che resiste? Vivere la montagna, vivere in montagna: strategie di rilancio per le terre alte”, la due giorni di convegno organizzata il 24 e 25 settembre al Rifugio Carlo Porta di Pian dei Resinelli (Lecco) da Consulta AL con la curatela scientifica dell’associazione Cantieri d’Alta Quota.

Leggi tutto

Parchi / L’invenzione della sedia gigante

A oggi sono 165 le panchine giganti piazzate in varie località panoramiche a quanto si legge sul quotidiano “Il Fatto”. Non è però scontato, come lasciano intendere le promozioni sul web, che siano “una modalità geniale per conoscere posti poco battuti, rimanere incantati da scenari in alcuni casi davvero suggestivi e, allo stesso tempo, tornare bambini”. A inventare la sedia più alta del mondo (circa dieci metri) fu nell’altro millennio lo scultore napoletano Giancarlo Neri. Oggi l’opera è esposta al Parco di Monza.

Leggi tutto

Rifugi / Bocciato il “Tonini”, un progetto indigesto

Sempre più sofferta appare nel Trentino la gestazione del nuovo rifugio Tonini distrutto da un incendio. E’ stata bocciata dal comune di Baselga di Piné l’autorizzazione finale proprio quando la Sat era pronta a partire con i lavori.

Leggi tutto

Muri a secco, l’altro miracolo di Viganella

Ogni sasso viene posato secondo una lunga tradizione di saperi comuni che ha portato l’arte di costruire muri a secco all’iscrizione nella Lista del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco. Ora Viganella in Valle Antrona (Ossola) annuncia che sono terminati i lavori per il rifacimento di questi manufatti che sostengono i terrazzamenti. Un nuovo miracolo per il piccolo centro che dal 2006 è famoso per l’installazione nelle sue vicinanze di un grande specchio (di metri 8×5), destinato a illuminarlo, dato che, dall’11 novembre al 2 febbraio di ogni anno il paese si trova completamente in assenza di sole…

Leggi tutto

Dolomiti in festa / Rinasce il rifugio Boè

A quota 2.873 metri, sulle pendici del Piz Boè, in un incantevole scenario dolomitico fra Sella e Pordoi, è stato riaperto dopo tre anni di lavori il rifugio Boè della Società Alpinisti Tridentini. Alla parte storica ristrutturata (ma esternamente rimasta simile a prima) si affiancano ora un locale nuovo e impianti tecnologici d’avanguardia.

Leggi tutto

Strategie di rilancio, gli architetti si ritrovano al Porta

L’approfondimento e la discussione del complesso tema del costruire in montagna oggi è al centro di “La città che sale: il monte che resiste? Vivere la montagna, vivere in montagna: strategie di rilancio per le terre alte”, la due giorni di convegno organizzata il 24 e 25 settembre al Rifugio Carlo Porta di Pian dei Resinelli (Lecco) da Consulta AL con la curatela scientifica dell’associazione Cantieri d’Alta Quota.

Leggi tutto

Museomontagna. Progetti per abitare le Alpi

Dal 27 aprile al 16 giugno tutti i martedì alle ore 18 sui canali ZOOM e Facebook del Museomontagna viene presentata la rassegna di 8 talk online per approfondire i temi indagati dalla mostra “Architetture di frontiera. Progetti per abitare le Alpi di Slovenia, Trentino, Piemonte e Valle d’Aosta”, visitabile fino a domenica 6 giugno al Monte dei Cappuccini (nella foto). Alcune tra le figure più esperte intervengono per riflettere sul ruolo dell’architettura nella montagna contemporanea e futura, sul suo valore in termini culturali, economici, estetici e ambientali.

Leggi tutto

Montagna che resiste. Meglio se fortificata

È al via il “Progetto Salvaguardare” che vedrà impegnata la Regione Piemonte nei prossimi due anni con le opere per la messa in sicurezza del Forte di Exilles e la valorizzazione dei Forti di Fenestrelle, Vinadio, oltre a Exilles. Quest’ultimo è un complesso fortificato che, assieme ai primi due Forti, faceva parte della linea difensiva tra la Savoia e la Francia.

Leggi tutto

Il rifugio della Sat in cerca di consensi

Una pioggia di critiche si accompagnò due anni fa in Trentino al progetto del nuovo rifugio “Tonini” della Sat posto a 1950 metri in Alta Val di Sprugio sul versante sud-orientale della Catena del Lagorai dove era stato distrutto da un incendio. La pagina della Società Alpinisti Tridentini che pubblicò il rendering del progetto venne sommersa di commenti negativi. Qualcosa dev’essere nel frattempo cambiato. Lo dimostra il rendering del progetto (qui pubblicato) finalmente approvato, del rifugio. Ma siamo sicuri che esteticamente piacerà?

Leggi tutto

Rock e architetture: si riaccendono le luci ai Cappuccini

“Siamo felici”, annunciano al Museomontagna di Torino, “di poter riaprire le nostre porte e di presentare al pubblico le due mostre temporanee in corso. I nostri spazi, e le misure di sicurezza adottate, garantiscono ai visitatori una visita nel pieno rispetto di tutte le normative anti Covid”. Le mostre temporanee sono “Architetture di frontiera: progetti per abitare le Alpi di Slovenia, Trentino, Piemonte e Valle d’Aosta” e “Rock the mountain!” dove viene illustrata la montagna nell’iconografia della musica pop.

Leggi tutto

Quei fari puntati sulla Grignetta

“Spegnete quella luce sulla Grignetta” è l’invito del sito di Mountain Wilderness Italia. Si riferisce al progetto di un’azienda che si occupa di illuminazione architettonica. In questo caso la tecnologia verrebbe impiegata per la “valorizzazione” delle montagne lecchesi. Con un possibile inconveniente però. Gli animali selvatici sarebbero “aggrediti” dagli indispensabili, potenti strumenti di illuminazione. Questo perlomeno viene spiegato in un comunicato…

Leggi tutto

ArchAlp, l’architettura nelle Alpi centrali e orientali

“Nuove frontiere per il progetto nelle Alpi centrali e orientali” è il tema del quinto numero della nuova serie di “ArchAlp”, rivista internazionale di architettura e paesaggio alpino (diretta da Enrico Camanni con la direzione scientifica di Antonio De Rossi) del Centro di ricerca “Istituto di Architettura Montana” del DAD – Politecnico di Torino. Nelle Alpi centrali e orientali la cultura architettonica ha giocato in anni recenti un ruolo fondamentale nello sviluppo locale e regionale, diventando un vettore determinante per il rafforzamento culturale e socio-economico dei territori…

Leggi tutto

Cantieri d’Alta Quota. In omaggio la monografia sul Vioz

Con la caduta del muro di Berlino nella Germania orientale si ricostituirono alcune delle sezioni storiche del DAV (Lipsia, Dresda, Brema). Gli archivi, rimasti a lungo inaccessibili, sono così stati di nuovo consultabili. E’ a questi archivi che ha attinto Francesco Groaz per ricostruire la storia della Capanna Vioz “Mantova” posta a guardia delle montagne trentine a 3.535 metri di quota. Ne è nata una preziosa monografia intitolata “Capanna Vioz Hutte – Un monte e un rifugio raccontano” che ora è possibile scaricare gratuitamente in pdf dal sito “Cantieri d’Alta Quota”.

Leggi tutto

Ghiacciai. La campagna “green” di Farinetti

All’interno del nuovissimo Green Pea (pisello verde) di Torino dove ogni proposta commerciale – dalle auto ai vestiti, dall’energia ai mobili – è da ritenersi ecologica, riciclabile, rispettosa dell’ambiente, Skyway Monte Bianco e Forte di Bard danno vita a una “narrativa” con il contributo dell’industriale Oscar Farinetti per sensibilizzare il pubblico sui cambiamenti climatici che coinvolgono le aree glaciali.

Leggi tutto

Le bellezze “lepontine” di Palazzo Silva

Il palazzo Silva di Domodossola è una splendida dimora rinascimentale, giudicata una delle più belle delle Alpi, con i suoi saloni, i portali, i camini, i fastosi ornati. In occasione dei 500 anni di edificazione, un gruppo di studiosi (Gian Vittorio Moro, Giovanni Necchi della Silva, Paolo Negri, Enrico Rizzi) ne hanno ricostruito la storia in un volume riccamente illustrato e pubblicato da Grossi Edizioni.

Leggi tutto

Dieci borgate modello tra Italia e Francia

Perfettamente integrate nell’ambiente, nel contesto economico e sociale, in linea con lo stile e i materiali della tradizione locale, edificate secondo gli standard più moderni per il risparmio energetico, in armonia con il territorio che le ospita. Sono queste le caratteristiche di dieci strutture modello inserite in zone rurali, individuate tra Italia e Francia. Le ha selezionate il “laboratorio” di Habit.A nelle Alpi del Sud, a cavallo tra Italia e Francia, fra Cuneese e Dipartimenti delle Hautes Alpes e delle Alpes de Haute Provence.

Leggi tutto

Grigioni (CH). L’antico monastero diventato museo

Prosegue il ciclo di incontri online “Alpi partecipate. Montagne in mostra”, promossi dall’Osservatorio “Laurent Ferretti” della Fondazione Courmayeur Mont Blanc, insieme con l’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta. Dopo gli incontri del 18 e 19 novembre 2020, mercoledì 25 novembre alle ore 17.30, è in calendario l’ultimo Incontro online. Riguarda l’affascinante Muzeum Susch nel cuore dei Grigioni, una collezione di arte contemporanea all’interno di un antico monastero.

Leggi tutto

Storico hotel demolito a Dobbiaco. L’ira di Sgarbi

“Chi lo vuole abbattere è un criminale. La mia ira come una maledizione cadrà su Dobbiaco e i suoi amministratori se butteranno giù l’Hotel Post”. Non le mandò a dire Vittorio Sgarbi. Ma sul destino dello storico Hotel Post di Dobbiaco (Bolzano) non ci sono ripensamenti. Verrà rifatto e in questi giorni le ruspe stanno completando la loro azione demolitrice.

Leggi tutto

L’Ostorckhaus del 1931, un modello di sostenibilità

La ristrutturazione dell’Ortstockhaus di Braunwald, in Svizzera, un rifugio alpino progettato nel 1931 e considerato un’icona del modernismo nelle Alpi, è stata premiata al concorso “Constructive Alps 2020”.

Leggi tutto

Il cubo che fa bene all’ambiente

Coinvolgendo falegnamerie e artigiani dei territori colpiti, la startup Vaia annuncia di creare amplificatori per smartphone di design con il legname della tempesta Vaia, in una logica di economia circolare e sostenibilità.

Leggi tutto

Rassegne. Le Alpi che cambiano in 274 scatti

Un flusso di immagini creato da 274 scatti, risultato di una campagna fotografica condotta lungo le valli alpine italiane, dal confine francese a quello sloveno. Si presenta così “Attraverso le Alpi”, il racconto fotografico delle trasformazioni del paesaggio alpino voluto dall’Associazione Architetti Arco Alpino e realizzato dal collettivo Urban Reports. Con l’obiettivo di leggere, isolare, comporre e ricomporre in fotogrammi d’autore la quotidianità dei paesaggi delle ‘terre alte’. Per trarne moniti e nuove prospettive. Le mostre somo ospitate in dieci sedi e si sono aperte venerdì 18 settembre. Ecco dove si trovano.

Leggi tutto

Andar per rifugi, i più emblematici nel racconto di Gibello, Dini e Girodo

L’itinerario tocca, per citarne solo alcuni, i rifugi più emblematici per la storia del rapporto tra uomo e montagna: l’Alpetto, il primo del Cai, il Nuvolau, il primo delle Dolomiti, i rifugi Sella e Tuckett, testimoni dell’irredentismo in Trentino, sul fronte della grande guerra il Caduti dell’Adamello, Il Vittorio Emanuele II antesignano di una nuovi orizzonti formali ed estetici dell’architettura in quota, il Brioschi e il De Gasperi protagonisti della montagna partigiana, la capanna Margherita laboratorio d’alta quota, il Sasso Nero e le sfide della contemporaneità e sostenibilità

Leggi tutto

I borghi alpini valgono di più

“Nei paesi che fanno parte delle reti Borghi più belli d’Italia, Bandiere Arancioni e Borghi Autentici, le case valgono il 15% in più rispetto a dieci anni fa. I progetti di recupero di singoli immobili oggi ridotti a ruderi sono in aumento del 22% nelle valli alpine monitorate”. Lo afferma Marco Bussone, presidente dell’Uncem.

Leggi tutto

Rifugi, modello unico di socialità. Niente scelte affrettate

“Tra le strutture di accoglienza”, osserva l’architetto Luca Gibello, presidente dell’associazione culturale Cantieri d’alta quota,”il rifugio è uno straordinario unicum come modello di socialità, per la condivisione di spazi e funzioni che educano alla convivenza, all’adattamento. Tuttavia, ora, i concetti di “condivisione” e “promiscuità” appaiono quanto di più lontano ed esecrabile rispetto all’idea di separazione e allontanamento implicata dai protocolli dell’emergenza sanitaria…”.

Leggi tutto