Alpi Marittime / Vettovaglie al rifugio solo con i muli

Poco più che trentenni, Luca Galfrè e Marco Ghibaudo (insieme nella foto) sono i gestori di due rifugi storici della piemontese valle Gesso: il Soria-Ellena nel vallone di Gesso della Barra e il Franco Remondino nel vallone di Assedras. Entrambi i rifugi sono stati in precedenza gestiti da donne, Mary Bacani al Soria-Ellena Franca Torre al Remondino. Galfrè, classe 1992, ha la valle Stura nel cuore per aver gestito in passato il rifugio Paraloup a Rittana. Nell’estate del 2022 il passaggio alla valle Gesso, con l’impiego come cuoco al rifugio Questa gestito da Marco Bassino, fratello della campionessa di sci Marta, e la contemporanea candidatura per la gestione del Soria-Ellena (1.840 metri). Per il trentatreenne Marco Ghibaudo l’approdo al Remondino (quota 2.430 metri) è invece una sorta di ritorno a casa dopo gli otto anni al rifugio Toesca (1.710 metri) in alta valle Susa. 

Per Galfrè e Ghibaudo questi mesi sono, come riferisce una corrispondenza sul quotidiano La Stampa, di attesa e preparativi. Un aspetto a cui i due nuovi gestori tengono molto è quello della sostenibilità. Galfrè per i rifornimenti tenderà a evitare l’elicottero. Come ormai avviene dal 2019 nel territorio delle Aree protette delle Alpi Marittime, anche quest’anno una parte degli approvvigionamenti verrà affidata ai muli condotti dal mulattiere di Chiusa di Pesio Luciano Ellena, che torneranno a trasportare generi alimentari freschi anche al Remondino. 

Commenta la notizia.