Vecchie rocce (1). A 70 anni in apnea sotto i ghiacci

Non è un superuomo ma solo una persona che attraverso la meditazione è in grado di compiere imprese che ad altri possono sembrare impossibili. Il settantenne Gabriele di Costanzo, meglio noto come Gabriele Kipewa, il 29 gennaio, nell’ambito dell’evento “Under Ice” in programma al lago di Lavarone, si cimenta in un’impresa mai tentata prima da un uomo della sua età: una nuotata in apnea, in costume da bagno, sotto il ghiaccio.
Kipewa può contare sull’assistenza di alcuni sub che documenteranno la sua performance, ma soprattutto veglieranno sulla sua incolumità. Un lungo cammino lo ha avvicinato alla dottrina buddhista. L’idea della nuotata sotto il ghiaccio è stata appoggiata dal dipartimento Salute e benessere di Opes (Organizzazione per l’educazione allo sport). Requisito indispensabile per la nuotata glaciale essere in possesso di un brevetto di primo livello e rispettare scrupolosamente tutte le indicazioni fornite dagli organizzatori.

Prossimamente: il maestro di sci ultranovantenne del Bondone e la veterana bergamasca del Cammino di Compostela.

Commenta la notizia.