Strategie anti Co2 / Repair station in funzione

Nella risparmiosa (?) Milano è in funzione una nuova e permanente “Repair Station” dove chiunque può riparare gratuitamente e in qualsiasi momento i propri capi con il marchio Patagonia. Il servizio offre agli amanti degli sport outdoor riparazioni gratuite di cerniere rotte, tessuti bucati o lacerati, bottoni e strappi.


“Riparare è un atto radicale e per noi vuol dire invitare i consumatori a continuare a utilizzare i prodotti che già hanno riparandoli ed evitando così sprechi e acquisti non necessari”, spiega Matteo Diciomma, Store Manager. “Dopo quella di Berlino, la Station milanese è la seconda nel suo genere in Europa e ci aiuta a prenderci la responsabilità dei nostri prodotti anche dopo averli venduti”.

L’iniziativa si aggiunge ad altre che fanno parte del programma in funzione dal 2013 con l’obiettivo di incoraggiare i clienti a prendersi cura dei propri capi d’abbigliamento adottando corrette modalità di lavaggio e riparandoli quando necessario. 

“Prolungare la durata dei capi che indossiamo”, si legge in un comunicato, “avendone cura e riparandoli quando serve, è la cosa più semplice che ognuno può fare per ridurre il proprio impatto sul pianeta. Inoltre, consente di non doverne acquistare di nuovi, evitando così di generare le emissioni di CO², la produzione di scarti e rifiuti e il consumo di acqua associati ai cicli produttivi del settore tessile”.

Particolare interessante. Mantenendo in uso ciò che indossiamo possiamo ridurne di circa il 20-30% la relativa impronta ambientale in termini di emissioni di CO², rifiuti e consumo idrico.

Commenta la notizia.