Nuovi percorsi / Nasce la “terapia dell’avventura”

Martedì 15 novembre a bordo di Nave Italia, ormeggiata nella Base Navale di La Spezia, è stato firmato il protocollo d’intesa tra Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi”, Museo del Mare e Fondazione Tender To Nave Italia. Come si legge nel comunicato stampa che pubblichiamo, le tre istituzioni intendono avviare – in accordo e sinergia con le amministrazioni cittadine di riferimento – lo sviluppo di progettualità che promuovano l’importanza della ricerca interdisciplinare, il valore sociale di attività educational diffuse e innovative, la conduzione di percorsi di promozione reciproca e rafforzamento del dialogo con le comunità. Qui il testo del comunicato diramato dal Museo della Montagna.

A fine aprile il Museo Nazionale della Montagna, il CAI Torino e il Mu.MA Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni di Genova, con il contributo della Fondazione Tender to Nave Italia, avevano siglato un Accordo Quadro avente in oggetto l’impegno a collaborare, nel rispetto dei rispettivi fini istituzionali, alla valorizzazione delle collezioni del Museo della Montagna e del Mu.MA e quindi a promuovere progetti culturali comuni quali mostre e pubblicazioni, partecipazioni come partner a bandi nazionali, europei e internazionali, attività di ricerca scientifica, organizzazione di corsi e seminari, informando il proprio pubblico mediante i canali informativi e divulgativi, fisici e virtuali. 

Nell’ambito di tali finalità, i due Enti hanno convenuto di promuovere l’attività della Fondazione Tender To Nave Italia, nata nel 2007, la quale ha come propria mission la realizzazione di iniziative a favore delle persone con fragilità, tramite lo sviluppo di progetti educativi e riabilitativi a bordo del brigantino a vela Nave Italia con equipaggio e gestione della Marina Militare Italiana seguendo il metodo denominato terapia dell’avventura”. 

Il crescente successo dei progetti e le numerose richieste di imbarco di varie associazioni non profit hanno comportato l’estensione degli stessi “dalla Nave alla Neve”, ovvero con progetti realizzati presso l’Ostello Valdigne Montblanc sito ad Arpy, in Valle d’Aosta, in collaborazione con l’Esercito Italiano del Corpo Alpino della Scuola di Addestramento di Aosta e dell’A.N.A., Associazione Nazionale Alpini). “Crediamo fortemente”, commentano Mario Montalcini e Daniela Berta, Presidente e Direttore del Museomontagna, “nel valore del primo accordo istituzionale volto a mettere a fattore comune esperienze e competenze museali che abbracciano il mare e la montagna: un punto di partenza importante per azioni concrete finalizzate alla valorizzazione e alla crescita culturale. La partnership con la Fondazione Tender To Nave e le sinergie con il Club Alpino Italiano e gli enti territoriali consentiranno di sviluppare questa prospettiva”. 

“Siamo contenti di aver promosso questo accordo di collaborazione”, spiega a sua volta l’Ammiraglio Giorgio Lazio, ex Comandante Marittimo del Nord Italia e attualmente Presidente della Fondazione, “che potrà contribuire a dare ulteriore slancio alla nostra missione al servizio delle associazioni che si occupano di disabilità e disagio sociale, beneficiando del supporto delle due importanti realtà museali di Genova e Torino”. 

“Nel corso degli anni”, aggiunge Lazio, “le richieste di partecipazione sono aumentate e da lì è partito il progetto ‘dalla nave alle neve’ che ha ispirato la promozione dell’accordo. Creare e mantenere reti locali, nazionali ed internazionali con soggetti pubblici e privati e con i professionisti esperti di tematiche museali, marittime e migratorie rientra nella mission del Mu.MA”. 

“L’accordo”, prosegue la Presidente del Mu.MA Nicoletta Viziano, “è un importante tassello di un più ampio scenario che vede l’Istituzione parte di importanti organismi e reti quali ad esempio l’ICOM, organizzazione internazionale dei musei e dei professionisti museali, l’ICMM l’unica rete internazionale di musei marittimi e l’AMMM, Associazione dei Musei Marittimi del Mediterraneo che vede il Mu.MA tra i componenti del proprio Direttivo. Negli anni numerose anche le collaborazioni allo sviluppo di progetti museografici. Tra i molti lo studio preliminare di fattibilità per il Museo delle Miniere di Ferro della Valle di Cogne, la progettazione museale e scientifica della “Sala della Tempesta” del Museo Marittimo di Douala in Camerun, la realizzazione del Master Plan del Museo Marittimo di Sur in Oman e il concept per il Museo del Mare e delle Migrazioni da costituirsi a Napoli. Di recente la realizzazione del nuovo Museo Nazionale dell’Emigrazione Italiana presso la Commenda di Prè a Genova”. 

“In quest’ottica”, conclude la Presidente Viziano, “l’intesa con il Museo Nazionale della Montagna e la Fondazione Tender To Nave Italia porterà a importanti sviluppi progettuali”. Il Museo Nazionale della Montagna “Duca degli Abruzzi” del Cai Torino, nato nel 1874 al Monte dei Cappuccini, è un polo dedicato alle culture delle montagne. Il Museo unisce idealmente, sotto tutti gli aspetti, le montagne del mondo intero, attraverso attività di conservazione, digitalizzazione, studio e ricerca, espositive, editoriali, didattiche. Il Museo ospita la Biblioteca Nazionale del Club Alpino Italiano ed è sede e coordinatore di IMMA, International Mountain Museums Alliance e IAMF, International Alliance for Mountain Film. Il Mu.MA, Istituzione Musei del Mare e delle Migrazioni, di cui fanno parte Galata Museo del Mare, Commenda di Prè sede del MEI Museo Nazionale delle Emigrazioni Italiane, Museo Navale di Pegli e la Lanterna, è un polo culturale legato ai temi del mare, del viaggio e del dialogo tra popoli, saperi e religioni. Contraddistinto da una gestione virtuosa tra pubblico, privato e privato-sociale, negli anni il Mu.MA ha messo a fuoco linee guida che ne identificano unitarietà e finalità, diventando l’anima culturale di un “sistema mare” da valorizzare anche attraverso la collaborazione con analoghe realtà istituzionali, economiche, turistiche e culturali nazionali ed internazionali. Fondazione Tender to Nave Italia, costituita nel 2007 dalla Marina Militare Italiana e lo Yacht Club Italiano, è nata con lo scopo di sviluppare progetti educativi e riabilitativi a favore delle persone fragili a bordo del più grande brigantino a vela del mondo, Nave Italia, che opera con equipaggio della Marina Militare Italiana perseguendo il metodo della terapia dell’avventura”.

Museo Nazionale della Montagna “Duca Degli Abruzzi”,

CAI Torino 

Piazzale Monte dei Cappuccini 7

10131 Torino Info 039 011 6604104

www.museomontagna.org

www.mountainmuseums.org

Commenta la notizia.