L’estate in secca secondo Paolo Virzì

A Roma non piove da tre anni e la mancanza d’acqua stravolge regole e abitudini. Nella città che muore di sete e di divieti si muove un coro di personaggi, giovani e vecchi, emarginati e di successo, vittime e approfittatori. Le loro esistenze sono legate in un unico disegno, mentre cercano ognuno la propria redenzione. Fin qui per sommi capi la trama di un film che non puà cha agtirare la nostra attenzione in questi tempi cupi. Si tratta di “Siccità” presentato al Festival di Venezia fuori concorso-Il film firmato per la regia da Paolo Virzì esce nelle sale italiane il 29 settembre per Vision Distribution, che ha anche prodotto il film insieme a Wildside, società del gruppo Fremantle.

Il regista toscano Paolo Virzì e, in apertura, un fotogramma del suo nuovo film “Siccità”.

Del film Virzì è anche sceneggiatore assieme a Francesca Archibugi, Paolo Giordano e Francesco Piccolo. Il cast è composto da Silvio Orlando, Valerio Mastandrea, Elena Lietti, Tommaso Ragno, Claudia Pandolfi, Vinicio Marchioni, Monica Bellucci, Diego Ribon, Max Tortora, Emanuela Fanelli, Gabriel Montesi e Sara Serraiocco. 

Particolare interessante. Il film è stato girato nel 2021 senza sapere che questa estate l’Italia sarebbe stata colpita da una terribile siccità. Virzì, regista toscano che nel corso degli ultimi decenni ha saputo raccontare al cinema l’Italia contemporanea in chiave ironica, ha spiegato nel corso della trasmissione televisiva “Propaganda Live” del 16 settembre che si tratta di un racconto corale su uno scenario quasi post-apocalittico ma con molti rimandi all’attualità. E’ giustificato definire “da non perdere” questo film che prende spunto dalle avversità climatiche con cui siamo costretti tutti i giorni a fare i conti? (Ser)

One thought on “L’estate in secca secondo Paolo Virzì

  • 17/09/2022 at 10:25
    Permalink

    E’ Scoprire l’acqua… calda… A Roma ci sono centinaia di fontanine lungo le strade, che erogano acqua fresca ed anche gassata 24 ore al giorno. ININTERROTTAMENTE! Si potrebbe mettere un rubinetto APRI/CHIUDI, o canalizzare questa acqua al serbatoio principale. POI… QUANTE FONTANE CI SONO A ROMA nelle piazze? L’acqua, tanta, esce anche qui 24 ore al giorno. Viene riciclata? MISTERI DELLA BUROCRAZIA ITALIANA

    Reply

Commenta la notizia.