In 35 mostre l’arte in montagna e la  montagna nell’arte

Da tempo MountCity raccoglie in un’area specifica le novità riguardanti l’arte in montagna e la montagna nell’arte. Provenienti da varie fonti, sono tuttora 139 gli articoli sul tema debitamente illustrati che compongono un ricco mosaico di iniziative. Tra queste vengono qui selezionate 35 mostre in parte ancora attive con le date di svolgimento e una breve sintesi dei contenuti. Per maggiori informazioni cliccare sui titoli.

L’”art-pinismo” e l’arte di arrampicare

14 giugno 2022

A Preore, nel Trentino, la ferrata “delle Niere” viene detta anche “giro art-pinistico” per la presenza a intervalli di opere d’arte disseminate lungo il percorso e accompagnate ognuna da un titolo o un motto. Opere che interrogano l’escursionista su tematiche sociali, culturali ed esistenziali. Il percorso art-pinistico su roccia, già noto a chi frequenta la zona, è stato di recente oggetto di manutenzione straordinaria. 

L’epopea artistica della bicicletta

13/06/2022

Fino al 2 ottobre il Museo Nazionale Collezione Salce (Chiesa di S. Margherita) di Treviso presenta la mostra “Ruota a ruota. Storie di biciclette, manifesti e campioni” a cura di Elisabetta Pasqualin. A firmare le affiches selezionate sono artisti come Dudovich, Mazza, Malerba, Ballerio, Villa, Alberto Martini, Codognato, Boccasile. Vale a dire molti tra i maggiori protagonisti della storia dell’illustrazione e dell’arte italiana del secolo passato.

Divinità di pietra fra i Tatra

7 giugno 2022

In occasione della rassegna “Mountain Panorama” in programma dal 9 all’11 giugno a Zakopane, capitale polacca dei Tatra, le sculture dell’artista valdostano Donato Savin hanno affiancato e integrano i temi affrontati da rappresentanti di dieci paesi e di quattro continenti impegnati in uno scambio di propositi sulle esperienze di sviluppo sostenibile sulle montagne. L’esposizione “Stele, divinità di pietra di Donato Savin. Opere di un artista valdostano” è curata da Aldo Audisio, già direttore del Museo Nazionale della Montagna di Torino per quarant’anni, ed è visitabile fino al 30 settembre.

“Laboratorio Montagna” al Monte dei Cappuccini

20 maggio 2022

La mostra “Laboratorio Montagna”, che si è inaugurata mercoledì 25 maggio al Museo Nazionale della Montagna, si inserisce all’interno di un percorso di osservazione e rappresentazione della montagna contemporanea che il museo ha avviato nel 2018. Un processo che ha preso forma attraverso il ricorso a linguaggi, strumenti e interlocutori di ambiti multidisciplinari, come risposta alla complessità che caratterizza i territori montani del presente. 

Monte dei Cappuccini / Sistemi in divenire 

11 maggio 2022

“Laboratorio Montagna” è il titolo della nuova mostra del Museomontagna che si inserisce all’interno di un percorso di osservazione e rappresentazione della montagna contemporanea che il museo ha avviato nel 2018.

Primavera a Monte Verità

5 aprile 2022

La nuova stagione culturale di Monte Verità nel Canton Ticino si è aperta con la decima edizione degli Eventi letterari sotto la guida ideale di James Joyce, nel centenario dalla pubblicazione dell’Ulisse. Intitolato “Le nostre odissee”, il Festival è un omaggio a uno dei grandi miti della cultura occidentale e vuole essere «un punto di partenza per interrogarci sul presente, sul tragico momento storico che stiamo attraversando, come ha osservato il direttore artistico Paolo Di Stefano.

Antichi treni in mostra / Quando viaggiare era un’arte 

31 marzo 2022

La mostra “TRENI FRA ARTE, GRAFICA E DESIGN” aperta presso il m.a.x. museo di Chiasso nasce in sinergia e come progetto integrato di mostra con il Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa, Napoli-Portici dove trova una nuova collocazione a partire dal 22 maggio.  Si svolge sui tre piani del museo dove sono raccolti modelli, particolari di arredo originali e tenti documenti che riguardano soprattutto la storia delle ferrovie svizzere ed italiane.

In mostra i paesaggi di Paolo Punzo

31 marzo 2022

Fino all’8 maggio la Torre Viscontea di Lecco ha ospitato la mostra “Montagne di Lombardia” con i dipinti del pittore Paolo Punzo, evento di apertura della nuova edizione della rassegna “Monti Sorgenti”. All’inaugurazione hanno partecipato Emilio Aldeghi, coordinatore della manifestazione, Giorgio Cortella dell’agenzia Welcome e Simona Piazza, Vice Sindaco e Assessore a Cultura e coesione sociale.

Selvatica, 9a edizione / Arte e natura s’incontrano 

10 marzo 2022

Biella, Città Creativa UNESCO, fino al 26 giugno 2022 ha ospitato la nona edizione di “Selvatica – Arte e Natura in Festival”, l’evento che racconta la bellezza della natura attraverso artisti, fotografi, creativi e ricercatori in un insieme di proposte che coniugano mostre di pittura, fotografia, scultura, laboratori e conferenze. La rassegna si è svolta nella storica cornice di Biella Piazzo, nei tre complessi di Palazzo Gromo Losa, Palazzo Ferrero e Palazzo La Marmora che costituiscono il “Polo culturale di Biella Piazzo”.

Viaggio pittorico nei Monti di Brianza 

26 aprile 2022

Per celebrare il bicentenario del viaggio in Brianza di Federico e Carolina Lose, uniti nel l’Ottocento dalla passione per la pittura e le bellezze del paesaggio, l’Associazione Cammino di Sant’Agostino ha riunito i luoghi delle stampe edite a spese dei due coniugi in un itinerario di circa 150 chilometri da percorrere in bicicletta. La descrizione del tracciato è contenuta nel volume “Il tour dei Lose” curato da Renato Ornaghi (Opificio Monzese delle Pietre Dure, 2022).

Forte di Bard / La natura in cento scatti magistrali 

8 febbraio 2022

Cento immagini per raccontare una natura inconsueta, sempre più fragile e da difendere. È il “Wildlife photographer of the Year”, il riconoscimento fotografico promosso dal Natural History Museum di Londra che è tornato al Forte di Bard con la sua 57ª edizione. Fino al 5 giugno si sono ammirati i migliori scatti selezionati tra oltre 50 mila fotografie di autori provenienti da 95 Paesi.

Alpi occidentali / La nuova abitabilità del territorio

17 febbraio 2022

Opere in cui la qualità dell’organizzazione dello spazio si intreccia ai processi di sviluppo locale e alla diffusione di pratiche abitative innovative sono state esposte al Centro Saint-Bénin di Aosta nella mostra “Architetture contemporanee sulle Alpi occidentali italiane” proposta dalla Fondazione Courmayeur Mont Blanc con l’Ordine Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Valle d’Aosta e realizzata dal Centro di Ricerca “Istituto di Architettura montana” del Politecnico di Torino.

“Ritorno alla natura” / In mostra la collina dell’utopia

31 gennaio 2022

Allestita negli spazi del chiostro del Museo del Novecento di Firenze, la mostra “Monte Verità. Back to nature” racconta cento anni di utopia e ideali, incontri virtuosi e ricerche estetiche: dalla pratica vegetariana ai bagni di sole della Lebensreform, dalla nascita della teosofia alle espressioni libere del genio umano attraverso l’esercizio armonico del corpo, la pittura e la poesia.

Ad Aosta gli appunti visivi di René Monjoie 

17 dicembre 2021

Presso la sede espositiva Hôtel des États di Aosta, è stata aperta la mostra “René Monjoie. Incontri fortuiti”. L’esposizione, realizzata dalla Struttura Attività espositive e promozione identità culturale e curata da Daria Jorioz, ha proposto un progetto artistico in cui René Monjoie abbandona il ruolo di fotografo professionista per dedicarsi liberamente all’arte, offrendo immagini inedite accostate in trittici che suggeriscono analogie e contrasti, dialoghi e suggestioni. 

Dalle Dolomiti al Resegone, l’alfabeto pittorico di Nebl

22 novembre 2021

“Nel segno della montagna” è il titolo della mostra di opere pittoriche del trentino Marcello Nebl ospitata nella sede della milanese Società alpinistica Falc (piazzale Lotto 15). Curata da Paola Parenti, la rassegna ha confermato la coerenza poetica caratteristica di questo artista, il suo alfabeto pittorico articolato in una successione di segni piccolissimi e spazi di colore.

Il “mondo che scompare” di Ardissone 

12 orrore 2021

Per oltre trent’anni Sergio Ardissone, autore di libri e reportage, ha percorso le strade del mondo con la fidata reflex. Alcune delle sue immagini sono state esposte ad Aosta.

Racconti scolpiti / La Valle d’Aosta vista da due artisti 

29 settembre 2021

La mostra “Racconti scolpiti. Fernando Casetta, Enrico Massetto” alla Chiesa di San Lorenzo di Aosta, propone un progetto inedito che accosta le opere dei due scultori valdostani, mettendo a confronto due diversi modi di narrare la Valle d’Aosta e le sue peculiarità.

La neve di Not Vital arriva in Laguna

Scultore? Provocatore? Opportunista? Situazionista? Che genere di artista è Not Vital, svizzero di Sent, sempre dedito a intessere relazioni con maestranze locali internazionali per produrre oggetti d’arte nei materiali e nelle condizioni più varie? Ora Not Vital (1948, Sent, Svizzera) presenta fino al 6 novembre all’Abbazia di San Giorgio Maggiore (Venezia), la mostra “Snow & Walter & Ice” organizzata da Benedicti Claustra Onlus, la comunità monastica dell’Abbazia di San Giorgio Maggiore.

La montagna-mito in trasferta al Forte di Bard 

7 agosto 2021

Una sequenza di 28 fotografie della scalata al Cervino della principessa Maria José di Piemonte con le guide alpine Luigi Carrel e Giulio Bich è stata fra le attrazioni della mostra ”Il Monte Cervino: ricerca fotografica e scientifica” allestita al Museo delle Alpi del Forte di Bard in valle d’Aosta.

Artisti in gara / 268 ex voto per esorcizzare la pandemia 

6 luglio 2021

Un successo oltre ogni aspettativa si è registrato per il concorso organizzato dalla rassegna bellunese “Oltre le vette – metafore, uomini, luoghi della montagna” per opere d’arte sul tema della pandemia e del ringraziamento per il suo desiderato e auspicato superamento. L’idea del concorso “Per Grazia Ricevuta – Concorso d’arte per esorcizzare un’epidemia” si ispira alle antiche tavolette votive di cui molti importanti esempi sono custoditi nelle sale del Museo Civico Palazzo Fulcis di Belluno, ma anche ai dipinti realizzati da Dino Buzzati per il libro “I miracoli di Val Morel” (qui sotto un ex voto buzzatiano).

 “Vertigine” / Visioni della montagna a Domodossola 

23 giugno 2021

Una mostra collettiva per svelare alcuni aspetti delle ricerche artistiche contemporanee intorno alla montagna attraverso pittura, scultura, fotografia, video e installazioni. È questa l’idea di “Vertigine. Visioni contemporanee della montagna” a cura di Giorgio Caione. Il tema è declinato alla luce della produzione artistica più recente, grazie alle opere di 21 artisti contemporanei che investigano attraverso media diversi i molteplici aspetti legati all’immaginario della montagna.

Engadina / Arte concettuale nel museo laboratorio 

7 giugno 2021

Museo laboratorio di nuova concezione, il Muzeum Susch è stato inaugurato nel gennaio 2019 in Engadina, fondato e creato da Grażyna Kulczyk, imprenditrice polacca e grande sostenitrice dell’arte contemporanea. Il museo, che ha sede all’interno di un campus nell’area di un ex monastero e birrificio del XII secolo a Susch, una piccola città dell’Engadina, sulle Alpi svizzere, collocata nell’antica rotta dei pellegrini verso Santiago de Compostela ha presentato nel 2021 “The Measuring of Time”, la prima ampia retrospettiva museale dedicata all’artista italiana Laura Grisi (1939 – 2017) dopo la sua scomparsa, realizzata in collaborazione con l’Archivio Laura Grisi di Roma e la Galleria P420 di Bologna.

Lago d’Orta. Quindici artisti come pesci nell’acqua

27 maggio 2021

Il lago d’Orta, in Piemonte, fa da sfondo alla mostra d’arte contemporanea “Come pesci nell’acqua” a cura di Giorgio Verzotti dal 5 giugno al 18 luglio 2021. Il titolo indica familiarità e naturalezza: una frase presa in prestito, ironicamente, da una nota affermazione di Mao Tse-tung negli anni Settanta.

Street art. La montagna con gli occhi degli artisti

6 maggio 2021

Sabato 8 maggio 2021 la rassegna “Monti Sorgenti” propone un evento straordinario di “street art” per le strade di Lecco dove cinque artisti realizzano in diretta le loro opere dedicate all’alta quota che poi saranno donate al Comune per abbellire gli angoli della città. A partire dalle ore 10, in piazza Garibaldi, è possibile ammirare gli artisti all’opera con le loro bombolette spray. Il tema dato agli artisti è “Street art in parete”.

Gli alberi caduti si raccontano

20 aprile2021

“Vaia. Viaggio consapevole dentro un disastro” con le fotografie di Manuel Cicchetti e i testi di Angelo Miotto edito da The Music Company (info@themusiccompany.it) offre uno sguardo insolito sulla terribile tempesta di vento e acqua che nell’ottobre 2018 rovesciò le foreste del Nord-Est scagliando a terra milioni di alberi. La riflessione sull’opera dell’uomo (prima distruttiva e quindi di ricostruzione) inizia da quanto accaduto. Lo sguardo è inizialmente attonito e via via più cosciente, sullo scenario che Cicchetti ferma nei suoi scatti, 34 fotografie in bianco e nero. 

I paesaggi della Resistenza nelle immagini di Carlo Meazza 

19 aprile 2021

Nel libro “Paesaggi della Resistenza nei romanzi di Calvino, Fenoglio e Meneghello” (Pubblinova Edizioni Negri, Varese) Carlo Meazza documenta, a settant’anni dalla fine della Lotta di liberazione, i luoghi in cui si svolse l’esperienza partigiana di Italo Calvino, Beppe Fenoglio e Luigi Meneghello riversata in celebri romanzi: “Il sentiero dei nidi di ragno”, “Il partigiano Johnny” e “I piccoli maestri”. I testi sono di Enzo Laforgia.

Canton Ticino. Il paradiso ritrovato di Monte Verità 

1 aprile 2021

Composto da 16 tele, “Il chiaro mondo dei beati” di Elisàr von Kupffer e Eduard von Mayer è un dipinto circolare scenico di quasi 9 metri di diametro realizzato sullo stile dei modelli romantici e preraffaeliti. Dal 1° aprile e fino al 1° novembre è possibile ammirarlo al Complesso Museale di Monte Verità nei pressi di Ascona (Canton Ticino).

Arte e natura in festival. Riapre “Selvatica” 

3 fabbraio 2021

Dopo la lunga chiusura in seguito alle misure previste dal Dpcm del 3 novembre 2020, riapre a Biella l’ottava edizione di “Selvatica – Arte e Natura in Festival” in programma venerdì 5, 12, 19 e 26 febbraio dalle 15 alle 21. Ne dà notizia la newsletter del Giardino Botanico d’Oropa. A ospitare la rassegna sono i tre palazzi che compongono il Polo Culturale di Biella Piazzo: Palazzo Ferrero, Palazzo Gromo Losa e Palazzo La Marmora.

Le 78 “alpimagie” di Stefano Torrione 

E’ aperta a Bolzano fino al 25 aprile la mostra “AlpiMagia: riti, leggende e misteri dei popoli alpini” promossa e organizzata dalla sezione di Bolzano del Cai, con l’intento di festeggiare – con questa e altre importanti iniziative – i 100 anni dalla sua costituzione che ricorre nel 2021. Le fotografie esposte nel Museo Civico di Bolzano testimoniano l’esperienza del fotografo valdostano Stefano Torrione, che indaga a fondo per immagini riti, leggende e tradizioni popolari delle genti alpine, tra passato e presente.

“Tree Time”. Arte e natura ai Cappuccini 

 9 dicembre 2019

Fno al 23 febbraio 2020 è aperta al Monte dei Cappuccini di Torino la rassegna “Tree Time”. E’ ospitata nell’area espositiva del Museo della Montagna e prende spunto dalle recenti dinamiche di alterazione e distruzione di boschi e foreste. L’esposizione, a cura di Daniela Berta e Andrea Lerda, è patrocinata da Legambiente. Numerose le iniziative collaterali.

Le pietre parlanti di Savin 

14 luglio 2017

Tra arte e artigianato, tradizione e contemporaneità, il Museo Nazionale della Montagna CAI Torino – con la collaborazione della Città di Torino, del Club Alpino Italiano, della Regione Autonoma Valle d’Aosta e della Soprintendenza per i Beni e le Attività Culturali della Valle d’Aosta – mette in mostra fino al 10 settembre 2017 con il titolo “Boschi di pietra” le sculture del valdostano Donato Savin…

Villa Monastero, la montagna in 100 dipinti 

29 aprile 2016

Più di 100 dipinti realizzati da maestri quali Filippo Carcano, Emilio Longoni, Angelo Morbelli, Cesare Maggi, Carlo Fornara, Eugenio e Lorenzo Gignous, Leonardo Bazzaro, Silvio Poma, Carlo Pizzi, Vincenzo Bianchi, Achille Tominetti, Paolo Sala, Gaetano Fasanotti, Giovan Battista Lelli, e molti altri che hanno raffigurato tra Ottocento e Novecento il paesaggio montano, sono esposti da sabato 18 giugno a Villa Monastero di Varenna…

Le ceramiche di Chiara Ricardi, autrice del logo di MountCity 

29 aprile 2016

Sabato 30 aprile 2016 al Museo Parisi Valle di Maccagno (VA), una costruzione “a ponte” che sovrasta il torrente Giona e si affaccia sul Verbano, s’inaugura alle ore 18 la personale di Chiara Ricardi, in occasione della donazione al Museo dell’installazione ceramica a parete “Naturalis Historia”. “Siamo particolarmente contenti”, spiega Fabio Passera, sindaco di Maccagno con Pino e Veddasca, “di questa importante donazione. L’installazione è stata selezionata tra circa 1300 opere di artisti europei, statunitensi, coreani, turchi, giapponesi per il 59° Premio Faenza, organizzato dal Museo Internazionale delle Ceramiche. Quest’ultima è la più grande raccolta al mondo dedicata alla ceramica, le cui collezioni documentano la cultura della ceramica nei cinque continenti attraverso i secoli. Per Maccagno, è un’occasione significativa che testimonia ancora una volta l’affetto, la stima e la generosità degli artisti del nostro territorio verso la nostra istituzione culturale adagiata sulle rive del Lago Maggiore”.

Una mostra ripropone i topoi della salita alpinistica 

13 dicembre 2015

Circa 100 sono gli spezzoni di film elvetici, dal 1917 ai giorni nostri, aventi per soggetto la montagna. Il collage, di grande effetto scenico e narrativo, è a sua volta un film di 60 minuti – “La dilatation des pupilles à l’approche des sommets” (la dilatazione delle pupille nell’approccio alle vette) – che racconta per fasi un’improbabile intrapresa alpinistica. Al di là dell’interesse per il tema (il dichiarato amore dei curatori per la storia del cinema), vale la pena soffermarsi sulla mise en scéne, efficace simbiosi tra concept della mostra e allestimento.

Commenta la notizia.