“Traildoctor” in azione. E i sentieri diventano pedalabili

Il nuovo sentiero si snoda tra il bosco in modo naturale aggirando gli alberi. Gabriel Tappeiner cerca la traccia e lo realizza. Dieci giorni di lavoro per ogni nuovo chilometro. Tappeiner coltiva mele biologiche e offre “pronto soccorso” ai sentieri della Val Venosta. Vive immerso nella natura. Per anni ha lavorato come guida cicloturistica e non gli è parsa particolarmente strana la richiesta che gli arrivò dal Comune di Laces, in Val Venosta, un paio di anni fa: “Abbiamo bisogno di qualcuno che si dedichi alla manutenzione dei sentieri per mountain bike”. Detto fatto. Da allora Gabriel percorre in lungo e in largo la Val Venosta e, sguardo fisso a terra, osserva e valuta. E poi lavora di braccia. Nel 2015 ha fondato la ditta Traildoctors, prima del suo genere, e ora, rastrello e cesoia alla mano, fa sì che ogni sentiero sia perfetto e sicuro per chi pedala e anche, si spera, per chi si trova a percorrerlo a piedi con il famoso “cavallo di San Francesco”. (Dalla newsletter “Tirolo da vivere”)

Commenta la notizia.