Vado a vivere in montagna. Anzi in collina

La Regione Piemonte ha regalato a 302 famiglie il sogno di andare a vivere in montagna con un maxi finanziamento di oltre 10 milioni di euro. E anche le 116 famiglie individuate nel Torinese, beneficeranno di un contributo da 10 a 40 mila euro per ristrutturare un’abitazione in quota dove trasferirsi, almeno per i prossimi dieci anni, concretizzando così un nuovo progetto di vita.

“Vado a vivere in montagna” è un progetto nato per offrire incentivi a chi scelga di trasferirsi da una città italiana in uno dei piccoli comuni delle montagne piemontesi. Nei giorni scorsi è stata approvata la graduatoria definitiva. Per il presidente della Regione Alberto Cirio e per il vicepresidente ed assessore alla Montagna Fabio Carosso, il bando si è rivelato un grande successo, con una forte adesione da parte dei cittadini non solo del Piemonte ma anche di altre regioni confinanti come la Lombardia e la Liguria: richieste sono arrivate anche da Lazio, Emilia Romagna, Toscana, Marche, Sardegna, Puglia, Calabria, Sicilia ed Abruzzo.

Un solo problema viene segnalato dal quotidiano La Stampa. Riguarda (sic) la rabbia dei Comuni di montagna, I fondi sarebbero stati erogati a chi va a vivere in collina. E i sindaci lamentano una gestione scorretta dei finanziamenti da 10 milioni. Troppi a loro avviso per trasferirsi nelle aree collinari di Bricherasio (foto), Caselette, Cafasse, Reano, Trana e Villardora.

Commenta la notizia.