Megapanchina inutile e dannosa. Salgono le proteste

Definite anche Big Bench, le panchine panoramiche giganti hanno preso piede nelle scorse stagioni in montagna come grandi attrazioni turistiche. Non tutti però le hanno gradite. Alcune hanno anzi suscitato dissensi e malumori come si registra questa primavera nelle frazioni alte di Sondrio. A richiedere esplicitamente con una petizione la rimozione “in tempi brevi” di una sgradita Big Bench in quel di Triangia sono i residenti. Un fatto clamoroso. Non era mai successo che si raccogliessero firme contro una panchina, casomai può essere avvenuto il contrario.

“Il posizionamento della Big Bench n. 182 nei prati del PLIS (Parco locale di interesse sovracomunale, ndr) di Triangia”, si legge nella petizione, “ha generato nell’arco di soli sei mesi non pochi problemi ai residenti delle frazioni del comune di Sondrio. In particolare a coloro che vivono nei pressi della panchina e lavorano il territorio da anni mantenedolo pulito e ordinato”.

Molteplici sono le difficoltà connesse al grande afflusso di persone alla “panchinona” per ammirare il panorama sopra il capoluogo valtellinese. “Il calpestio dei prati da sfalcio e da pascolo”, si legge ancora nella petizione, “il mancato rispetto della sentieristica e della proprietà privata, i parcheggi selvaggi, l’abbandono di rifiuti di ogni genere e di escrementi di cani ovunque, a tutte le ore del giorno e della notte, manifestano una grave mancanza di cultura ambientale e sensibilità da parte di chi vuole visitare la BB ad ogni costo, arrivando addirittura a ridosso della stessa con le auto e le moto”.

Una situazione decisamente intollerabile per i residenti di Triangia e delle frazioni vicine, “nonostante la cartellonistica posta in essere”. E tale situazione, a quanto si legge, rischia di aggravarsi con l’arrivo della bella stagione. Sempre che a furor di popolo la mega panchina non venga provvidenzialmente tolta di mezzo. (Ser)

One thought on “Megapanchina inutile e dannosa. Salgono le proteste

  • 28/04/2022 at 16:47
    Permalink

    È questo che succede quando si segue il motto “per sviluppare il turismo bisogna portare più persone in montagna “

    Reply

Commenta la notizia.