I vantaggi dello skilift a trazione equina

Il collegamento sciistico è a… trazione equina nella valle dell’Armentarola, fra i territori dolomitici di Cortina e San Cassiano. Il servizio che ha il vantaggio di non aggravare i costi di luce e gas già esorbitanti è offerto per percorrere il chilometro, interamente in piano, che collega la pista Armentarola all’omonimo skilift nel carosello del Sellaronda. Organizza un consorzio di aziende agricole di San Cassiano. Viaggio di sola andata al costo di 3 euro per persona.

“Per ogni tratta vengono impiegati due cavalli di razza norica, originari di queste vallate, che per via della particolare stazza sono in grado di trainare, oltre alla carrozza, un numero di persone che oscilla tra venti e quaranta”, spiega Andi Vittur, uno degli imprenditori coinvolti nel progetto turistico che rientra tra le proposte del Dolomiti Superski. 

Il servizio, occorre ribadirlo?, opera senza energia elettrica o kerosene ma con la sola forza dei cavalli. Anche all’Alpe di Siusi le slitte trainate da cavalli rappresentano una grande attrazione senza produrre sgradevoli aumenti sulla bolletta della luce. I turisti si possono godere le meraviglie delle Dolomiti avvolti in calde coperte pregustando laute cene nelle accoglienti baite della zona. E infine questo genere di “impianti” offre il vantaggio di non lasciare in giro rottami arrugginiti qualora si dovessero dismettere. Vi sembra poco? (Ser)

Un pensiero riguardo “I vantaggi dello skilift a trazione equina

  • 12/02/2022 in 23:14
    Permalink

    La decrescita felice, l’unico vero tentativo per cercare di armonizzare uomo e natura: questo impianto di risalita a metà strada fra l’antico e il moderno ne è un buon esempio.

    Ma che bestie sono quei cavalli, per trainare 30 persone in 2? Assurdo!

    Risposta

Commenta la notizia.