Paola fra gli eroi “che non dormono mai”

“La mia palestra? I prati e il cielo. Camminare con i bastoncini nella natura aiuta a pulire la mente, dà speranza e forti emozioni”. Paola Dalmaso abita a Borgo in Val Sugana (Trento), ha 56 anni, tre figli e in questi giorni la sua esperienza di vita sta girando in rete. È la prima di tante storie che, con il progetto Heroes Never Sleep (gli eroi non dormono mai) fa parlare del Trentino. Sono storie di persone comuni capaci di iniziative con un forte impatto positivo per le loro comunità. Le chiamano Local Heroes.

Gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile dell’Agenda 2030 del progetto Heroes Never Sleep rappresentano un riferimento e un impegno importante per garantire un progresso sempre più sostenibile sotto vari punti di vista quali equità, sviluppo economico, inclusione e cambiamento climatico. E’ quindi necessario che vengano diffusi il più possibile e che soprattutto le nuove generazioni li sposino e compiano azioni adeguate 

Da qui a quanto si apprende dal sito nasce l’idea di un progetto di comunicazione innovativo, con un linguaggio e un format adatto a raggiungere i più giovani attraverso storie concrete. Heroes Never Sleep, gli eroi che non dormono mai, sono le storie di persone comuni instancabili e capaci di iniziative con un forte impatto positivo per le loro comunità. Il progetto punta a creare consapevolezza sui 17 Sustainable Development Goals raccontando le storie di eroi quotidiani, dislocati in tutta Italia, definiti Local Heroes, perché proprio attraverso le loro iniziative locali cercano di migliorare la società con piccoli esempi virtuosi. 

Si vogliono ispirare, con questi esempi concreti, le giovani generazioni ad abbracciare stili di vita sostenibili e diventare promotori di comportamenti virtuosi. Insegnante, istruttrice di nordic walking, Paola Dalmaso collabora con l’Associazione Outdoor Lagorai di Pergine. “Nel 2016”, racconta, “mi sono ammalata di cancro. Camminare tutti i giorni mi ha aiutato a guardare avanti, un percorso personale che ho deciso di mettere a disposizione delle donne del territorio”. Nel 2018 Paola si è specializzata in riabilitazione post operatoria oncologica con il nordic walking. 

Commenta la notizia.