Letture / L’ombra dei Walser nella valle perduta

Una grande amicizia ai piedi del monte Rosa è il tema del romanzo “L’ombra dei Walser” di Annalina Molteni (MonteRosa edizioni, 336 pagine, 19,50 euro) presentato dalla casa editrice in una nuova collana.

È la caduta di una valanga che fa scoprire al giovane Sebastiano l’esistenza di un paese nascosto in una valle perduta all’ombra del Monte Rosa, dove il tempo scorre scandito soltanto dall’alternanza della luce e dell’ombra, insieme alle antiche tradizioni del popolo Walser.

Inizia così “L’ombra dei Walser”, il nuovo romanzo di Annalina Molteni per MonteRosa Edizioni, ambientato in un mondo, quello dell’antico popolo alpino, che l’autrice ha già esplorato in passato con il romanzo “Il Walser dell’imperatore” (2018) ispirato alla vita di Antonio De Toma, giovane di Rima (Valsesia) che nella seconda metà dell’Ottocento divenne il più celebre stucco-marmista dell’Europa Centrale.

“L’Ombra dei Walser” è un libro in cui presente e passato si intrecciano in un dialogo continuo, grazie agli indimenticabili personaggi che abitano il misterioso borgo di Schatt, alla vigilia di un evento che potrebbe cambiarne per sempre il futuro. Il libro è anche la storia dell’amicizia tra i due protagonisti, Sebastiano e Piaru, un’amicizia grande come solo quelle impossibili sanno essere; è il racconto di una montagna che divide ma al tempo stesso unisce; è un romanzo di formazione, perché il viaggio che i due ragazzi faranno attraverso le Alpi segnerà per entrambi – anche se in modi molto diversi – l’ingresso nell’età adulta.

“L’ombra dei Walser” è tante cose insieme: una lettura adatta agli adulti ma ideale anche per la fascia young adult. Il libro inaugura infine anche una nuova collana di MonteRosa edizioni, “Gli anemoni” che raccoglie tutti i libri di fiction della casa editrice.

Commenta la notizia.