4 thoughts on “Arriva l’influencer. E il Cai insegue i giovani

  • 04/01/2022 at 20:50
    Permalink

    Nello stemma del Cai figurò per volere del regime il fascio e non la svastica. La redazione si scusa per l’errore che viene segnalato da un cortese lettore.

    Reply
  • 04/01/2022 at 12:12
    Permalink

    Siamo sicuri che lo stemma CAI abbia ospitato la svastica? Sappiamo che nel ventennio era stato ribattezzato Centro Alpinistico Italiano e ho visto sul sito dei CAI Torino una riproduzione del distintivo del tempo, cui erano stati aggiunti il fascio ed i nodi savoiardi (non delle guide come scrive il CAI Torino), tolto il binocolo e stilizzata l’aquila, ma della svastica nessuna traccia! C’è qualche prova?

    Reply
  • 22/12/2021 at 16:16
    Permalink

    Mi stupisce che questa notizia venga pubblicata da MountCity così, senza una adeguata verifica: in un mondo dove tutti possono dire tutto (…a proposito, non vedo nemmeno il nome dell’autore…) forse bastava una telefonata al CAI per inquadrare correttamente il progetto.
    Mi è sembrato, inoltre, del tutto anacronistico, se non di cattivo gusto, paragonare gli attuali modi del CAI di avvicinare i giovani (cosa che, peraltro, tutte le associazioni cercano di fare) con quelli del passato: il passato non si può negare assolutamente, sia ben chiaro, ma è anche necessario inquadrarlo nel suo periodo storico e culturale.
    Posso dire con certezza che il CAI oggi non è più “quello”…

    In quanto al signor Luciano Pellegrini, di cui leggo il commento e che saluto cordialmente, sono dispiaciuto per la sua amarezza verso il CAI ma, giusto per capire l’attuale “pensiero CAI”, lo invito a leggere (se non lo ha già fatto) il numero di dicembre 2021 di Montagne360 dove sono stati pubblicati alcuni documenti di “posizione” del CAI su temi ambientali, introdotti e sostenuti da Luca Calzolari, direttore di Montagne360, e dal Presidente Generale del CAI Vincenzo Torti, con la “chiosa” di Erminio Quartiani Past Vice Presidente Generale del CAI.

    Reply
  • 16/12/2021 at 18:47
    Permalink

    SEMPRE PEGGIO. POVERO CAI! Dopo 40anni di appartenenza a questa club, HO DECISO DI ANDARE VIA. NON MI APPARTIENE PIU’, NON MI CI RICONOSCO. Ho scritto più volte a TORTI, IL PRESIDENTE GENERALE. Questa ennesima e impropria iniziativa, mi rafforza in questa idea!

    Reply

Commenta la notizia.