I 90 anni di Airoldi. Fu tra i primi alla Sud del McKinley

Lecco e i Ragni della Grignetta sono in festa per un piccolo grande beniamino dell’alpinismo. Compie 90 anni il 7 dicembre 2021 Pier Luigi “Luigino” Airoldi (qui in una foto di Roberto Serafin), ultimo partecipante all’impresa dei Ragni di 60 anni fa: la salita del Denali che allora si chiamava McKinley sotto la guida di Riccardo Cassin lungo l’inviolata parete Sud. Luigino viene considerato uno tra i più forti arrampicatori del gruppo.

Lungo è l’elenco dei riconoscimenti ottenuti da Airoldi, come riferì a suo tempo MountCity: Istruttore Nazionale di Alpinismo del Club Alpino Italiano, Accademico del Cai (elite tecnico-culturale di circa trecento componenti su oltre trecentomila soci del Club), membro del Groupe Haute Montaigne (il più alto riconoscimento alpinistico a livello europeo) su proposta di Pierre Mazeaud, già Ministro di Francia e componente della omologa nostra Corte Costituzionale. E’ Azzurro d’Italia, su nomina del Coni, Grande Ufficiale della Repubblica Italiana, insignito dal Presidente Giorgio Napolitano. 

Per 45 anni Luigino ha anche fatto parte del Soccorso alpino di Lecco. Sempre sorridente, premuroso, modesto, affabile anche nei passaggi più impegnativi della vita e delle scalate . A quanto si apprende, nel 2022 è prevista l’uscita del libro “Le scalate e le esplorazioni di Pier Luigi Airoldi” di Christian Roccati, pubblicato da “Alpine Studio” nella collana “Orizzonti”, con la prefazione dell’alpinista polacco Krzysztof Wielicki. (Ser)

Commenta la notizia.