Su il sipario / Cortina d’Ampezzo, un ricco cartellone

“CortinAteatro”, la stagione concertistica e teatrale coorganizzata dal Comune di Cortina d’Ampezzo e dall’associazione Musincantus con il supporto del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven, da dicembre a marzo propone otto appuntamenti tra concerti, danza e circo-alpinismo con grandi ospiti internazionali. Si esibiranno nella Regina delle Dolomiti il gruppo pluripremiato espressione del contemporary a cappella SeiOttavi, la soprano Ines Salazar ricordata come “la Tosca del centenario”, il vincitore del 63° Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni Jae Hong Park, il direttore d’orchestra Donato Renzetti e il Russian Classical Ballet di Mosca, e approderanno interessanti produzioni come la performance “White Out – La conquista dell’inutile” di Piergiorgio Milano, in prima assoluta, e il concerto “Gloria & Magnific” con strumenti d’epoca.

La stagione concertistica e teatrale coorganizzata dal Comune di Cortina d’Ampezzo e dall’associazione trevigiana Musincantus con il supporto del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven, torna così con un ricco cartellone invernale e con un nuovo importante progetto, con il supporto del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven, connotandosi come importante partner culturale che affiancherà l’appuntamento sportivo delle Olimpiadi del 2026. 

La programmazione prevede otto appuntamenti fino al 19 marzo 2022: si tratta di proposte, generi e target differenti, in dialogo costante con le realtà del territorio. Non manca una grossa novità, un vero e proprio “progetto nel progetto”, che legherà da quest’anno e fino al 2026 Cortina d’Ampezzo, Treviso e Legnago (Verona), tre località che sono espressione di una partnership d’eccellenza tra Musincantus, il maestro Donato Renzetti con il progetto “Obiettivo orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo”, il Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta e la Filarmonica TRT – Teatro Regio Torino. Si tratta di “Nell’Olimpo di Beethoven”, un percorso pluriennale che culminerà nel 2026, anno olimpico, l’esecuzione integrale dei concerti per strumento di Beethoven.

La soprano Ines Salazar, vedette al Concerto di Capodanno.
In apertura il maestro Donato Renzetti sul podio con il progetto
“Obiettivo orchestra della Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo”.

La stagione invernale viene inaugurata domenica 5 dicembre all’Alexander Girardi Hall di Cortina d’Ampezzo alle 20.45, in occasione della Cortina Fashion Week, con “Le grandi colonne sonore” interpretate dal gruppo SeiOttavi, che propone le più belle e coinvolgenti musiche da film eseguite soltanto con la voce, senza l’uso di strumenti, in continuità con l’”Omaggio a Morricone” proposto a febbraio 2020.

Domenica 19 dicembre all’Alexander Girardi Hall alle 20.45 farà l’esordio a Cortina “Nell’Olimpo di Beethoven” con il concerto con Jae Hong Park, vincitore del 63° Concorso Pianistico Internazionale Ferruccio Busoni, il direttore d’orchestra Donato Renzetti e l’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta: già proposto a Treviso il 5 dicembre, il grande evento musicale giunge nella Regina delle Dolomiti e sarà quindi poi ospitato a Legnago. L’anno si concluderà nel più tradizionale ma anche nel più atteso dei modi, giovedì 30 dicembre con il Concerto di Capodanno all’Alexander Girardi Hall alle 20.45: a rendere speciale il concerto ci saranno la voce della soprano venezuelana Ines Salazar, ricordata come “la Tosca del centenario” per aver interpretato il celebre ruolo al Teatro dell’Opera di Roma nel 2000, e la musica dell’Orchestra Regionale Filarmonia Veneta. Come da tradizione il programma si comporrà di due parti, una dedicata al repertorio italiano e una a quello della famiglia Strauss.

Venerdì 7 gennaio si tornerà in teatro, all’Alexander Girardi Hall alle 20.45, per assistere alla messa in scena sulle punte della favola natalizia per antonomasia, organizzata con il supporto del Circuito Multidisciplinare Regionale Arteven: “Lo Schiaccianoci”, uno dei più celebri balletti russi, proposto dal Russian Classical Ballet di Mosca, compagnia diretta da Evgeniya Bespalova e composta da un cast di stelle del balletto russo, selezionato nelle più prestigiose scuole coreografiche di Mosca, San Pietroburgo, Novosibirsk e Perm.

Si proseguirà quindi domenica 27 febbraio con una prima assoluta, “White Out – La conquista dell’inutile”, una nuova produzione di danza-circo-alpinismo con la regia di Piergiorgio Milano che esordirà all’Alexander Girardi Hall alle 20.45, distribuita in Italia da APS Gelsomina. Lo spettacolo traccerà la storia dell’essere umano e della montagna, concentrandosi su quel momento in cui si perdono le certezze, il “white out”, ovvero quando il biancore delle nuvole si fonde con il bianco della neve e cancella ogni riferimento nello spazio e nel tempo.

A precedere la Pasqua, lunedì 14 marzo 2021 alle 20.45 all’Alexander Girardi Hall si potrà assistere ad un grande classico di questo periodo dell’anno, “Gloria & Magnificat” di Antonio Vivaldi: si tratta di una nuova produzione firmata CortinAteatro e Musincantus che vedrà l’ensemble “Il Concerto Romano” eseguire con strumenti d’epoca e secondo la prassi barocca le due composizioni sacre, con la direzione di Alessandro Quarta, specialista di fama internazionale. Completeranno il cast il coro Vox Nova di Carbonera di Treviso e un terzetto di solisti di prim’ordine, Cecilia Molinari, Chiara Brunello e Carlotta Colombo.

Nello spazio della Conchiglia in piazza Dibona, infine, sono in programma due appuntamenti a ingresso libero: il concerto gospel “Alessandro Pozzetto & The Christmas stars” martedì 28 dicembre 2021 alle 18 e lo spettacolo per bambini “Le avventure di Clown Crostino” lunedì 3 gennaio 2022 alle 18.

Biglietti in vendita su Vivaticket.com, all’Infopoint e alla Cooperativa di Cortina. Per accedere agli spettacoli è richiesta l’esibizione del Green pass. Info: musincantus.it, myarteven.it

“Lo Schiaccianoci” è proposto dal Russian Classical Ballet di Mosca.

Commenta la notizia.