Valle Vigezzo, 22 anni di mercatini

Gli amici della Valle Vigezzo ci segnalano che fervono i preparativi per la ventiduesima edizione dei Mercatini di Natale di Santa Maria Maggiore, in programma nello splendido borgo dal 6 all’8 dicembre. Una macchina organizzativa ormai affinata negli anni, quella del Comune e della Pro Loco di Santa Maria Maggiore, che quest’anno deve però affrontare nuove sfide. “Organizzare una manifestazione di questo livello in epoca Covid è davvero una sfida avvincente e piena di difficoltà”, conferma il Sindaco Claudio Cottini, “per questo voglio ringraziare fin da ora tutte le persone che stanno dedicando il proprio tempo e le proprie energie alla cura di ogni dettaglio, dalla sicurezza alla logistica, dagli eventi collaterali alla cura del percorso espositivo.”Saranno 180 gli espositori, accuratamente selezionati, per un mercatino che è ufficialmente tra i piùgrandi d’Italia: presepi artigianali, casette in pietra e legno, splendide ceramiche, curatissimi manufatti,originali decorazioni e addobbi natalizi e molti altri prodotti realizzati interamente a mano. E ancora, glichalet di Piazza Risorgimento, con le specialità gastronomiche prodotte con cura e passione in queste terra tra monti e laghi.  

 

Tornano i presepi sull’acqua 

L’acqua che scorre al di sotto dei presepi è quella di fontane in pietra del Seicento, è l’acqua di antichi lavatoi, luoghi di ritrovo delle donne di un tempo, o ancora l’acqua di rii che diventano cornici naturali per i Presepi sull’acqua di Crodo, in Valle Antigorio, visitabili dal 4 dicembre al 9 gennaio. Presepi sull’acqua è un evento diffuso  e rappresenta oggi una delle manifestazioni natalizie più particolari nel ricco panorama nazionale. Piccole Natività minimaliste si alternano a imponenti presepi frutto di grande maestria e realizzati spesso con gli elementi naturali offerti da questa porzione di Val d’Ossola. Il percorso è gratuito ed è interamente percorribile a piedi, oppure, per chi preferisce, è possibile percorrere dei tratti in auto oppure con il comodo servizio navetta attivo nei fine settimana dell’evento. Le Aree Protette dell’Ossola partecipeano con escursioni guidate dalle Guide dei Parchi. Potete trovarle tutte a questo link.  

Una proposta nata l’anno scorso in tempo di lockdown viene presentata in Trentino dal Consorzio Turistico Rotaliana Königsberg. Si tratta della “Magia dei Presepi”, un modo di valorizzare i lavori creativi e la passione di molti cittadini, grazie a numerosi percorsi tra i presepi esposti nei vari centri storici, alle finestre, negli avvolti e nelle vetrine dei negozi. Sempre in Trentino Faedo dal 12 dicembre ritorna a trasformarsi nel più grande presepe della regione, con un’installazione di più di 80 statue a grandezza naturale diffuse in tutto il paese.

La poesia / Che sia ogni giorno

un sereno Natale

La festa luminosa del Natale crea nelle persone un’atmosfera che porta tanta gioia, ci fa scoprire il bene che abbiamo nel cuore e festeggiare uniti in armonia.

Questa magica festa ci dona entusiasmo, ci da il coraggio di seminare principi sani di alta civiltà, quelli che fanno crescere i grandi valori umani nella società, l’etica morale, la verità e l’onestà.

Dolce Natale, dona ai nostri cuori, la bontà, la collaborazione, la solidarietà del noi e la generosità, per superare l’egoismo, ascoltare  con umiltà i poveri ed aiutarli, salvaguardando la loro dignità.

La ricorrenza della nascita di Gesù Bambino, illumini i cuori, si aprano all’ospitalità dei migranti con amore, salvare i fratelli in mare è un dovere umano, possano avere una casa e da mangiare, i bambini poter giocare.

Questo Natale di luce, porti un risveglio delle nostre coscienze e delle nostre responsabilità per sconfiggere l’indifferenza, mettersi tutti a seminare il bene, l’amicizia, la gentilezza e la fraternità.

Questo gioioso Natale, ci porti tanta umanità, faccia aprire le nostre menti e i nostri cuori, per aiutare i vecchi, gli ammalati, i fragili, con dolcezza donare loro un sorriso, una carezza e amare.

Questo bel Natale ci dia il coraggio per far cessare la costruzione e la diffusione di armi, strumenti di morte, nei cittadini bisogna far crescere l’impegno, per la costruzione di strumenti per la vita e della pace in ogni angolo del mondo.

In questa splendida festa, guardiamo le bellezze della natura, il cielo, il sole, le tante varietà di vite, il mare i fiori, l’ambiente da amare e rispettare, cerchiamo di essere portatori di luce, lavorare per il bene comune, allora sarà per tutti ogni giorno un sereno Natale.

Francesco Lena 

Cenate Sopra (Bergamo)

Commenta la notizia.