Cosmea, bella e resiliente. Impariamo da questa pianta!

Si presenta come un cespuglio a volte anche ingombrante. Ha un’altezza tra 60 e 120 cm, gli steli sono ricoperti da piccole foglie di colore verde chiaro o scuro a seconda della specie. I fiori hanno centro giallo, sono bianchi, gialli, rosa o rossi, molto simili a grosse margherite. Semplice da coltivare, la pianta ha una fioritura prolungata che dura dalla primavera fino all’estate. Può essere coltivata sia in piena terra sia in vaso. 

Vittorina Prina

Tutto questo è la cosmea, una pianta più diffusa di quanto non credano i profani di giardinaggio. La sua notorietà è cresciuta sui social anche grazie alla presentazione che ne ha fatto Vittorina Prina di Baceno, località della bella Valle Antogorio. “Questo fiore che ho coltivato a Verampio”, spiega Vittorina, “ha superato l’alluvione e i temporali di luglio, il solleone di agosto e i primi geli”. Vittorina, donna di grande sensibilità, augura agli amici di poter essere “resilienti” come l’ammirevole cosmea, “superando difficoltà e insidie”

Non c’è dubbio che un po’ Vittorina si identifichi in questo fiore. Come raccontò a MountCity, fu in Val Cannobina che Vittorina contribuì a far nascere l’azienda “Erba Böna” che produce tisane, caramelle e altri prodotti utilizzando erbe officinali da coltivazione biologica. Oggi è lei la figura di riferimento di questa esperienza di piccola imprenditoria femminile alpina, nata per riscattare appezzamenti agricoli dall’abbandono e contribuire all’integrazione al reddito superando il frazionamento dei terreni. E non si stenta a credere, come si legge nel sito dell’azienda, che lo spirito che anima i soci di Erba Böna, in maggioranza donne, sia l’amore per la propria terra e il rispetto dell’ambiente.

Commenta la notizia.