Quei temerari sul Colle della Maddalena

Il Colle della Maddalena (1996 m) nelle Alpi Occidentali, tra Italia e Francia, valico che separa le Alpi Marittime dalle Alpi Cozie unendo la valle Stura di Demonte con la val d’Ubaye e segnando il confine tra i due stati, fu terreno di gara di uomini coraggiosi. “Quei temerari delle strade bianche. Nuvolari, Varzi, Campari e altri eroi alla Cuneo – Colle della Maddalena” s’intitola la mostra allestita al Museo dell’Automobile di Torino fino al 9 gennaio. 

Questo spaccato della società italiana dei primi 30 anni del ‘900 innamorata della velocità e delle auto immerge il visitatore nelle atmosfere polverose e fangose del colle. L’effetto è suggestivo e spettacolare. La mostra è realizzata dal Mauto con la Città di Cuneo e l’Archivio fotografico di Adriano Scoffone che ha messo a disposizione 80 foto storiche, alcune della quali resteranno nella collezione del museo.

“Questa mostra”, spiega il curatore Giosuè Botto Cohen, “racconta come 90 anni fa le gare si svolgessero su strade sterrate, fino ad allora percorse da calessi e bici, e come i governi di allora le pubblicizzassero molto per convincere la gente sulla necessità di investire sulla rete stradale. Le strade sono le protagoniste della mostra al pari di queste auto straordinarie e dei loro guidatori”. 

La mostra è aperta a Torino fino al 9 gennaio.

Commenta la notizia.