L’addio al signore delle antiche mappe delle Alpi

A Giorgio Aliprandi, spentosi il 13 ottobre 2021, lo studioso che fu con la moglie Laura uno dei maggiori collezionisti in Europa di carte geografiche delle Alpi e di sicuro uno dei più maggiori esperti in questa materia, dedicano un commosso ricordo Rosalba Franchi e Dario Monti, fondatori del sito www.viestoriche.net, che con gli Aliprandi condividono la passione per tale genere di ricerche.

Giorgio Aliprandi (1933-2021)

Sulle note di “Signore delle cime” abbiamo dato sabato 16 ottobre a Milano l’ultimo saluto a Giorgio Aliprandi. All’intensa commozione si sono uniti i ricordi. Lo abbiamo immaginato con il suo sguardo sorridente ed affettuoso talora celato da un’apparente austerità. In mezzo ai suoi libri, intento a studiare le amate carte: preciso ed attento, instancabile nel ricercare. Lo abbiamo conosciuto tanti anni fa durante un convegno in Val Formazza, alla Cascata del Toce. Organizzati ogni anno da Enrico Rizzi, questi incontri sono stati un’occasione importante per parlare della cultura walser e della storia delle Alpi. Ma non solo. Hanno creato legami ed amicizie, suscitato interessi e curiosità, condivisione e scambio di studi e ricerche comuni.

Accanto a Giorgio c’è sempre stata Laura, un’unione che, grazie al contributo ed al tenace lavoro di entrambi, ha prodotto risultati eccellenti che rimarranno nel tempo. Abbiamo apprezzato la loro disponibilità e cortesia quando, alla ricerca di documenti per i nostri studi sulla strada del Sempione, ci hanno aperto la loro biblioteca ed il loro straordinario archivio cartografico frutto dell’impegno costante di una vita. Senza alcuna sorta di chiusura o gelosia del proprio sapere, Giorgio e Laura si sono dimostrati pronti a darci suggerimenti e ad incoraggiarci nelle nostre ricerche.

Giorgio e Laura all’uscita del premiatissimo volume “Le Grandi Alpi nella cartografia” (ph. Serafin/MountCity). In apertura il particolare di un’antica mappa del Monviso appartenente alla collezione degli Aliprandi.

Ci siamo trovati sullo stesso tavolo quando, a Domodossola, abbiamo partecipato ad un convegno dedicato alla storia del Sempione. Un grande onore poter sedere al loro fianco.

Conserviamo la memoria di un piacevole pomeriggio in Val Masino e di alcune serate a Milano in cui abbiamo ascoltato le loro relazioni. Ce ne siamo sempre andati con qualcosa in più.

Ricordiamo con emozione e nostalgia le discussioni sui diversi itinerari alpini e le ipotesi su luoghi misteriosi frequentati da Leonardo da Vinci a Milano, le chiacchiere più leggere e scanzonate seduti a tavola come ospiti dei comuni amici Marina e Roberto Serafin. 

Nella nostra libreria i loro libri occupano un posto particolare; forse non riusciamo neppure ad immaginare la quantità di ore di lavoro, di metodica ricerca e schedatura che hanno comportato. Riguardiamo con rinnovato interesse i monumentali volumi sulla cartografia delle Alpi e l’appassionante pubblicazione “Cervino sconosciuto” alla quale Giorgio e Laura hanno dato il loro fondamentale contributo. Con simpatia e generosità ci è stato donato nei primi giorni di marzo del 2017 quando, all’ora del the, si parlava di Leonardo da Vinci. Ricordiamo di aver insistito perché al graditissimo dono fosse apposta una dedica.

“A ricordo di un pomeriggio Leonardesco con i coniugi Dario e Rosalba, W Leonardo!!” scrisse simpaticamente Giorgio. Lo vogliamo ricordare così, allegro e divertito, pronto ad ironizzare su se stesso e su qualche battuta dell’insostituibile e amatissima Laura.     

Rosalba Franchi   

Dario Monti 

(info@viestoriche.net)

L’incontro al Cai Milano con Lorenzo Revojera, al pari di Giorgio Aliprandi
socio benemerito del sodalizio (ph. Serafin/MountCity) 

Commenta la notizia.