Il volo dell’aquila che s’impigliò nella rete anti-lupi

Tutto è bene quel che finisce bene. È stata liberata il 26 agosto dalla Lipu di Trento l’aquila reale femmina che era rimasta intrappolata in una rete elettrificata anti-lupi. Curata presso il centro Cras Lipu di Trento, è stata liberata nella zona di ritrovamento, a Malga Fiamena sopra Caoria. Nello spettacolare filmato della Lipu messo in rete dal quotidiano L’Adige viene documentato il momento della liberazione. L’esemplare era rimasto impigliato diverse ore (foto qui sotto) prima che un pastore si accorgesse della sua presenza. Sul luogo era immediatamente intervenuto il Servizio Forestale. Il rapace era stato consegnato al Centro recupero fauna selvatica di Trento gestito dalla Lipu e dai forestali. Accanto all’aquila era stato trovato un agnellino morto, forse la sua preda.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *