Squilli di tromba, c’è Honnold al rifugio

“L’aquila si è fermata al Rifugio Torino, a 3375 metri di altitudine”. Ne dà l’annuncio Guido Andruetto sulla Stampa definendo così Alex Honnold (più di 2 milioni di followers su Instagram), autore di una scalata da record in Yosemite su El Capitan. Veramente l’idea di battezzarlo in questi termini è stata di Reinhold Messner che lo ha definito “un’aquila nel corpo di un uomo, le sue dita in realtà sono artigli”.  Honnold, nato a Sacramento nel 1985, in questi giorni si trova nel massiccio del Monte Bianco dove si sta cimentando sulle pareti di granito che ha definito “patagoniche”. Nelle foto che circolano sul web, è stato immortalato assieme allo staff del Rifugio Torino gestito da Armando Chanoine e dalla sua famiglia con l’aiuto della guida alpina e scialpinista Denis Trento, tra i più forti in circolazione. 

Alex Honnold e Armando Chanoine, custode del Rifugio Torino a Punta Helbronner nel massiccio del Monte Bianco in una foto che circola sul web.
 


Nel rifugio del Cai, “l’aquila” Honnold è stato accolto tra squilli di tromba in un clima di amicizia e allegria, con l’applauso delle guide alpine di Courmayeur. L’alpinismo soffre un po’ per la mancanza di “divi” come il simpatico Alex, e questa è stata dunque un’ottima occasione per fare festa. Qualcuno ne ha approfittato per farsi fare un autografo sulla sua biografia della collana Exploits. Ne è autore Mark Synnot, s’intitola “La salita impossibile. Free solo sul Capitan” (381 pagine, 24 euro). Honnold sembra appartenere, a quanto si legge nella presentazione del libro, al granito stesso sul quale arrampica con movimenti aggraziati ed eleganti, incollato a invisibili appigli. La sua impresa clamorosa – salire la via Freerider su El Capitan in free solo, quindi senza corda né assicurazione – è stata talmente impressionante da un punto di vista tecnico e soprattutto umano, che il documentario della salita girato in presa diretta dal grande fotografo e alpinista Jimmy Chin ha vinto il premio Oscar.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *