Cicloturismo estremo / Pedalare e dormire sugli alberi

Dalla Lettonia arriva Tree Trailer, un posto letto portatile che si può appendere sugli alberi: ideale per il cicloturismo più selvaggio e perfetto da abbinare a una e-bike. Ne dà l’annuncio la newsletter “Bicitech”. 

Il sovrapporsi di un fenomeno come la pandemia a quello della diffusione popolare di un nuovo tipo di veicoli, ha incentivato modelli di vacanze insoliti come il cicloturismo. Le e-bike permettono a tutti di fare quello che in passato era prerogativa degli appassionati più volenterosi, ossia andare in ferie in bicicletta. Intorno a questa modalità di spostamento stanno gravitando interessi, tecnologie e nuovi prodotti, soprattutto quelli legati al bikepacking. Le strutture appositamente create per questa forma di turismo stanno crescendo e il trend sembra essere in aumento anche laddove serve adeguare l’esistente. Ma se non siete i tipi a cui piace andare in albergo e amate invece una vacanza più wild, questo strano rimorchio potrebbe fare al caso vostro.

Dalla Lettonia arriva un gadget che va ad affiancarsi a una vecchia conoscenza, lo Z-Triton dello studio Zeltini. Il veicolo anfibio era stato progettato per offrire una modalità di vacanza che non fosse vincolata a una singola tipologia di territorio. Nel caso di “Tree Trailer” l’approccio è leggermente diverso, per quanto ci sia la stessa volontà di mantenere un intimo contatto con la natura. 

L’idea arriva dallo studente di design olandese Henry K. Wein. Si tratta di un rimorchio per bici concepito come un piccolo posto letto. Una volta giunti a destinazione bisogna trovare un albero robusto e appendervi il letto con una corda fino a raggiungere una certa altezza. Dopodiché è sufficiente appoggiare il retro del rimorchio al tronco ed entrare nella cabina. Un consiglio: non risparmiate su moschettoni e corde.

Le dimensioni di questo mini abitacolo sono molto ridotte, è pensato per una persona ma sembra esserci tutto quello che serve per avere il giusto confort. Tende, superfici trasparenti richiudibili, ganci per appendere oggetti: la scomodità potrebbe soprattutto derivare dallo stare appesi senza nulla sotto, aspetto che però difficilmente disturba chi è attratto da un prodotto del genere. 

Bisogna di nuovo dire che è soprattutto grazie alla diffusione delle e-bike che prodotti di questo tipo vengono anche solo concepiti, perché il peso di una simile struttura difficilmente potrebbe compiere molti km dietro ad una muscolare. Detto questo, la casa sull’albero portatile “Tree Trailer” necessita ancora di perfezionamenti (ed Henry infatti ci sta lavorando) ma rende già possibile l’esperienza di essere in mezzo alla natura godendo di viste incontaminate altrimenti difficili da ammirare.

Fonte: https://www.bicitech.it/cicloturismo-estremo-viaggiare-in-bici-e-dormire-sugli-alberi/

Commenta la notizia.