L’aquila soccorsa a Ceresole Reale. Sospetto avvelenamento

Il rapace era ferito a un’ala e presentava sintomi di sospetto avvelenamento da piombo. Domenica 27 giugno i guardaparco del Gran Paradiso sono stati protagonisti del recupero di un’esemplare adulto di aquila reale a Ceresole Reale (TO). E’ stato in seguito alla segnalazione telefonica, da parte di una turista, che la guardaparco Raffaella Miravalle e il caposervizio della Valle Orco Piero Chabod hanno raggiunto la località di Chiapili Inferiore, dove l’aquila è stata ritrovata, posata su una roccia nei pressi della salita dello skilift, visibilmente ferita e impossibilitata a spiccare il volo.

In questa e nell’altra immagine di Pierluigi Cullino, due fasi dei soccorsi a Ceresole Reale prestati all’aquila reale dai guardaparco del Gran Paradiso. 

La guardaparco assieme a un conoscente, grazie anche al supporto di alcune persone in loco che si sono accostate cautamente all’aquila dalla zona frontale per attirarne l’attenzione, si sono lentamente avvicinati immobilizzando rapidamente nei teli l’animale, debole e spaventato, come è esemplarmente documentato in queste immagini dal fotografo Pierluigi Cullino.

Dopo essere stata messa in sicurezza, l’aquila è stata trasportata dal veterinario Michel Mottini alla Casa di Cura Veterinaria Mont Emilius, convenzionata con la Regione Autonoma Valle d’Aosta per questo genere di interventi. Le condizioni dell’aquila sono risultate precarie: il rapace presentava una ferita all’ala sinistra, sintomi di debolezza, deperimento, ipotermia e disidratazione con ipotetici segnali di saturnismo. L’avvelenamento da piombo è infatti una delle principali cause di morte in questa specie. Bisognerà attendere le indagini cliniche per sapere se l’animale si riprenderà e se sarà possibile un successivo rilascio in natura.

Questo recupero di un esemplare ferito di aquila da parte dei guardaparco del Gran Paradiso è il secondo in pochi mesi. Nel mese di febbraio era stata salvata un’altra aquila in Valsavarenche. Il rapace, dopo le cure, è tornato a volare nei cieli dell’area protetta.

Andrea Virgilio

One thought on “L’aquila soccorsa a Ceresole Reale. Sospetto avvelenamento

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *