Trento, un festival da brividi

Il Trento Film Festival è la prima rassegna in Italia a tornare in sala con un programma ricco di contenuti. Un primo tempo anche in versione digitale, da venerdì 30 aprile al 9 maggio, offre la possibilità di assistere alle proiezioni in streaming e ai numerosi appuntamenti di approfondimento. Gli eventi e le presentazioni letterarie in programma sono disponibili gratuitamente, in diretta, sul sito trentofestival.it, sulla app MyTFF e sui canali social del Trento Film Festival e dei partner. 

La programmazione cinematografica è invece fruibile, dal 30 aprile al 16 maggio, sulla piattaforma online.trentofestival.it Un festival da brividi si direbbe. Non solo perché il Paese ospite è la Groenlandia, ma anche perché spicca tra i film la straordinaria storia del viaggio di un violoncello fatto di ghiaccio, che per incanto suona. 

Va segnalato che un secondo tempo è previsto in presenza nelle piazze di Trento, dal 9 al 13 giugno, con il ritorno di Montagnalibri e tanti eventi organizzati in collaborazione con il Comune di Trento e numerosi altri partner. Un terzo tempo è infine in programma nelle valli trentine, durante l’estate, con proiezioni cinematografiche e serate evento, in collaborazione con le APT del territorio. 

Al Concorso partecipano lungometraggi e corti per l’assegnazione della prestigiosa Genziana d’Oro.  Film di apertura è il corto di animazione “Mila” di Cinzia Angelini. Ispirato ai bombardamenti che colpirono Trento nel 1943, racconta una storia di guerra vista dalla prospettiva di una bambina. 

Film di apertura è il corto di animazione “Mila” di Cinzia Angelini

Film di chiusura è il già citato “N-ICE CELLO Storia del violoncello di ghiaccio” di Corrado Bungaro (anteprima mondiale), viaggio di un violoncello fatto di acqua ghiacciata dalle Alpi al Mediterraneo, dal Trentino alla Sicilia. Lo strumento, costruito dall’artista americano Tim Linhart con l’acqua del ghiacciaio Presena a 2.800 m di altitudine, in Trentino, viene trasportato, tra mille difficoltà, attraverso tutta l’Italia in un furgone-frigo, per preservarlo a una temperatura costante sotto lo zero. L’obiettivo è raggiungere Palermo, dall’altra parte della Penisola, per interagire al Teatro Politeama con l’Orchestra Sinfonica Siciliana nella prima esecuzione mondiale di una partitura originale per Ice-cello e orchestra d’archi, opera del compositore e musicista palermitano Giovanni Sollima.

Il programma speciale “Destinazione… Groenlandia” invita alla scoperta di questo luogo straordinario e poco conosciuto, anche grazie al patrocinio dell’Ambasciata di Danimarca in Italia. I riflettori sulla nazione artica si accendono già nell’ambito della vetrina più prestigiosa del Festival, il Concorso, con la presentazione in anteprima italiana del nuovo documentario di produzione italo-tedesca “La casa rossa” (2021), diretto da Francesco Catarinolo. Il film racconta la vita e il lavoro di Robert Peroni, il noto esploratore e scrittore sudtirolese che ha scelto di vivere nella remota località di Tasiilaq, dove ha aperto un centro di accoglienza per turisti, divenuto una risorsa e punto di riferimento anche per la comunità locale.

Il programma completo del 69. Trento Film Festival è su www.trentofestival.it Tutta la programmazione cinematografica è in streaming su online.trentofestival.it

Trento Film Festival

Via Santa Croce 67Telefono: +39 0461 986120

Website: www.trentofestival.it

Email: info@trentofestival.it

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *