Chantar, juar e dançar. L’occitano s’impara on line

La lingua occitana, o lingua d’oc, deve il suo nome alla particella affermativa òc, derivata dal latino hoc est. Questo criterio per definire un idioma fu utilizzato da Dante che distingueva la lingua d’òc da quella d’oil (da cui deriva il francese moderno) e dall’italiano che si esprime con il sì. Numerose associazioni lavorano a favore della valorizzazione delle Valli Occitane e numerosi sono i segni di identità che le contraddistinguono: la toponomastica bilingue, la croce occitana, le Locande Occitane, il Gal tradizione delle Terre Occitane, l’Espaci Occitan, i corsi di lingua, il giornale in web bilingue Nòvas d’Occitània, i giornali cartacei Ousitanio Vivo e la Valaddo, le riviste Temp Novel e Valados Ousitanos.

Ora l’Unione Montana dei Comuni del Monviso in collaborazione con la Chambra d’oc propone un laboratorio sulla lingua occitana in 20 incontri online con giochi musicali, tenuto da Luca Pellegrino. Gli incontri si tengono il lunedì dalle 11 alle 12,30 per le scuole e dalle 17,30 alle 19 per le famiglie, a partire dall’8 marzo 2021, per 10 settimane. Trovate tutti i riferimenti alla pagina:

http://www.chambradoc.it/Laboratorio-online-di-lingua-occitana-Chantar-Juar-e-Dancar.page

Il laboratorio è rivolto alle scuole primarie, alle famiglie con bambini in età dai 3 ai 10 anni, ma può essere divertente anche per adulti. Il laboratorio è gratuito e basta collegarsi alla diretta tramite il link che trovate volta per volta su:

http://www.chambradoc.it/Laboratorio-online-di-lingua-occitana-Chantar-Juar-e-Dancar.page

Le lezioni in diretta vanno a integrare il manuale “Chantar, juar e dançar: l’apprendimento della lingua occitana nella scuola dell’infanzia e primaria, attraverso esperienze ludiche” disponibile sul sito della Chambra d’òc, che permette di sperimentarsi con l’apprendimento della lingua occitana.

http://www.chambradoc.it/chantar-JuarEDansar.page

Ogni singola lezione è strutturata in diverse parti: il saluto, la lettura o il racconto di una storia (in lingua occitana) che ci introduce nell’argomento principale, una parte legata agli aspetti culturali, dalla musica alle tradizioni, al territorio, con l’esecuzione e la spiegazione di un brano musicale, canto o danza, per poi passare alla parte più legata al testo “Chantar, juar e dancçar” dedicato all’apprendimento della lingua occitana attraverso giochi, canzoni, ed esercizi divertenti.

Gli incontri prevedono il coinvolgimento dei partecipanti attraverso l’ascolto, la ripetizione e l’interazione con semplici giochi online e al termine della lezione vi è la possibilità di fare domande o di richiedere l’approfondimento di argomenti di maggior interesse.

Il laboratorio è promosso dall’Unione Montana dei Comuni del Monviso, realizzato dalla Chambra d’oc, finanziato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri, nell’ambito del programma di interventi previsti dalla legge 482/99 “Norme in materia di tutela delle minoranze  linguistiche storiche”, coordinato dalla Regione Piemonte.  

Fonte: il giornale web bilingue 

Nòvas d’Occitània.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *