Web project. “Mountain scenarios” al Museomontagna

“Mountain Scenarios” è un progetto artistico web nato nel 2020 al Museo Nazionale della Montagna di Torino durante la seconda chiusura generale dei musei per l’emergenza sanitaria. Curato da Andrea Lerda e Veronica Lisino offre, nelle sedi online del museo, un’indagine all’interno della creatività contemporanea, alla scoperta di nuovi immaginari e universi legati alla montagna in questo inizio di XXI secolo.Opere di artisti italiani e internazionali – presentate periodicamente sui canali social – ne raccontano gli aspetti e le evoluzioni ambientali, culturali e socio-economiche. 

Come si legge in un comunicato del museo, nel contesto globale odierno la montagna si configura come luogo centrale nella costruzione di nuove modalità per abitare il mondo: un laboratorio di straordinaria importanza per immaginare nuovi equilibri e progettare modelli di vita e di sostenibilità. Arte e creatività contemporanea sono strumenti innanzitutto sociali che, oggi più che mai, testimoniano la loro straordinaria capacità di destrutturare paradigmi, creare narrazioni e suggerire scenari.

In questo contesto di profonda trasformazione che sta investendo i musei, anche sul fronte del digitale, è stato deciso di usare i social network sfruttando il loro aspetto dinamico e interattivo, ma senza rinunciare all’approfondimento, nel preupposto che la condivisione della cultura non abbia limiti di spazio, se diffusa con linguaggio semplice e fluido.

Mountain Scenarios #1 Marco Schiavone “Volume Doppio”, 2019, è una ricerca fotografica che ha il paesaggio come tema centrale. Nel progetto l’artista si concentra sul paesaggio montano. L’operazione compiuta è quella di individuare una piccola porzione di paesaggio e intervenire su di essa per dare forma a una costruzione estetica e semantica inedita. 

Mountain Scenarios #2 Marieke Van Der Velden: “Das Paradies”, 2015 Viene documentato il turismo nelle località alpine austriache dove ogni anno in estate il villaggio di Zell am See ospita non meno di 70 mila turisti provenienti da aree del Medio Oriente alla ricerca di una naturale frescura. 

Un’immagine da “Volume Doppio” di Marco Schiavone. In apertura “Das Paradies” di  Marieke Van Der Velden.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *