A piedi nudi sul baratro

Niente può fermare i viandanti del cielo che vanno a spasso a piedi nudi su una fettuccia larga due centimetri sospesa su un salto di duecento metri. Una delle loro palestre a cielo aperto è a Spiazzi, in provincia di Verona, dove i funamboli esperti nell’arte della slackline arrivano da tutta Europa. Molto frequentata anche Valdadige al confine fra Verona e Trento dove i primi di luglio ha perso la vita precipitando un giovane che stava attraversando sulla fettuccia i Denti della Sega tra Passo delle Fittanze e Sega di Ala. La slackline e, ancor di più la sua variante chiamata highline, richiede equilibrio, resistenza, ma è un’attività che si può fare senza pericoli a patto di essere assicurati con imbrago e moschettone di sicurezza assicurato alla fettuccia

Lo Spiazzi Social Club lo si raggiunge in dieci minuti a piedi dal paese, in località Maso. Gli attacchi delle highline sono due, uno posizionato più in alto e uno più in basso, ed è stata anche attrezzata una falesia per l’arrampicata. Come si impara? Prima occorre fare qualche allenamento specifico in palestra, poi i primi scogli da superare sono riuscire a mettersi in piedi sulla fettuccia e risalire la corda leash usata come sicurezza quando si perde l’equilibrio e si cade.

Per cominciare e per ogni informazione, c’è il gruppo Facebook “Slackline Verona”. E’anche consigliabile leggere il manuale di Sirio Izzo “L’arte della Slackline. Materiali e tecniche per la pratica della trickline, longline e highline” (Versante sud, Milano 2016. pp. 211 con foto a col., € 32) già presentato in questo sito. Nel sommario una breve storia della slackline, la tecnica dai trick più facili alla camminata su highline, materiali e tecniche e tensionamento, l’etica e la vita attorno alla slickline, bibliografia e link utili. E per concludere un dizionario dei termini ricorrenti, da backup (una linea di salvataggio in caso di rottura della main live) a waterline (una linea tirata sopra uno specchio d’acqua). La foto in alto è di Andrea Malagutti da Facebook.

Commenta la notizia.