La torre che incendia Milano

L’alta colonna di fumo proveniente da un deposito di Bruzzano che il 24 luglio 2017 ha impestato mezza Milano non è stata per i cittadini il solo diversivo di questa estate siccitosa. A incendiare l’atmosfera già surriscaldata di chi rimane in città provvede quotidianamente una delle più osannate strutture della nuova Milano, quella torre Isozaki che a City Life inalbera le insegne di una società di assicurazioni. La torre, a forma di materasso con i suoi 50 piani, si staglia, per chi risiede nella parte occidentale di Milano, sullo sfondo delle Grigne e del Legnone mentre il Resegone emerge a fatica con i suoi denti dal groviglio delle nuovissime residenze Liebeskind. I riflessi provenienti dalle strutture del grattacielo sono micidiali. Chi attraversa nelle ore calde la piazza VI Febbraio è meglio che si porti un ombrellino parasole per sopravvivere ai raggi “sparati” dalle vetrate che foderano integralmente questo poco affascinante grattacielo.

Ma peggio ancora stanno i cittadini di porta Magenta che il mattino affacciandosi al balcone vengono accecati da questo monumento alla stoltezza di cui gli architetti moderni offrono prove tanto frequenti. Ognuno dei 50 piani si comporta infatti come gli specchi ustori con cui gli antichi romani andavano all’assalto dei nemici con lo scopo di incenerirli. Un arbitrio intollerabile di cui i progettisti dovrebbero farsi carico, a cominciare dal citato maestro giapponese che ci ha rifilato una struttura tanto sgradevole. E pensare che all’inaugurazione ci portarono sopra una copia della Madonnina per fare contenta la Curia. Particolare da non sottovalutare. Il fin troppo riverito Isozaki sostiene (sic) che “nel progettare i grattacieli bisogna tenere in conto le necessarie leggi del rapporto tra individuo e ambiente”. Ma non prova un briciolo di vergogna nel vedere i risultati del suo operare? (Ser)

Le Grigne fanno capolino il 24 luglio 2017 tra i fumi dell’incendio di un deposito di Bruzzano. Nella foto sopra il titolo un’insostenibile visione della Torre Isozaki a Citylife, il nuovo quartiere a nord di Milano. (ph. Serafin/MountCity)

Commenta la notizia.