Più di 50 pale eoliche a Piani del Mattino. Uno scempio annunciato

a6f8d9cf188d4ccd-1411391716Il Comitato di Cittadini “Piani del Mattino- Costa della Gaveta” di Potenza informa che una delle poche aree verdi della città non devastata dalla speculazione edilizia, dove migrano gli aironi, dove si vedono esemplari di nibbio reale, sta per essere devastata dall’invasione del minieolico. Dire minieolico non è corretto, a quanto precisa il Comitato. Infatti, con il solito trucco si raggira la legge: vengono presentate singole istanze di autorizzazione definite PAS al Comune. Le richieste fanno riferimento al minieolico come potenza (60 kw) ma basta richiederne sei o sette separate in terreni confinanti e il gioco è fatto. Ecco a voi il parco eolico! Il Comitato invita i cittadini, i rappresentanti d’Istituto, le Associazioni Ambientaliste, i comitati di quartiere a intervenire. “Quello che si abbatterà come un disastro ambientale su Piani del Mattino”, è scritto nel comunicato, “è qualcosa che non ha uguali in Italia. Saranno installate 50 pale eoliche. Le istituzioni, nonostante le continue sollecitazioni non hanno posto alcun freno allo scempio. Sia la Regione Basilicata, sia il Comune di Potenza non hanno la volontà di fermare il disastro. Per questo chiediamo al Vescovo, ai Parroci, alle Forze dell’Ordine di difendere il Creato come ben indica Papa Francesco nell’Enciclica ‘Laudato SI’ e alle forze dell’Ordine di indagare su azioni illegali che si sono compiute. Chiediamo agli studenti già sensibili su queste tematiche di non chiudere gli occhi sullo scempio procurato dall’eolico selvaggio. Tutti siamo favorevoli alle energie rinnovabili ma non alla devastazione di montagne, crinali, colline. Per info: 349.1396897”.

2 thoughts on “Più di 50 pale eoliche a Piani del Mattino. Uno scempio annunciato

  • 31/03/2017 at 11:39
    Permalink

    Il nucleare neanche a parlarne, sul petrolio abbiamo tutti votato contro, ma sulle rinnovabili, l’ultima spiaggia, non rompete le palle!!!
    Primo, perché chi lo fa dovrebbe prima staccare il contatore di casa per coerenza;
    Secondo, perché è ignorante;
    Terzo, perché la Basilicata è tutta un parco e non si possono mettere da nessuna parte, quindi i pochi posti non vincolati sono presi d’assalto. Sarebbe più giusta una proposta di mettere le pale ovunque, ma con una distanza minima tra di loro.
    Meno male che la magistratura, tramite TAR e CONSIGLIO DI STATO ha zittito questi rompicoglioni

    Reply
  • Pingback: Più di 50 pale eoliche a Piani del Mattino! Appello a Potenza contro l’annunciata devastazione – Onda Lucana

Commenta la notizia.