Grandi eventi “diffusi” in città. Milano si scopre verde

Logo Green CityMilano si scopre verde, che più verde non si può, nei tre giorni della rassegna Green City Milano: un evento diffuso, partecipato, che mette in rete istituzioni, associazioni, cittadini e l’intera città per valorizzare le eccellenze già presenti sul territorio e allargare la comunità di persone che vogliono una città sempre più “green”. Il 2, 3 e 4 ottobre 2015 sono 300 gli eventi diffusi in tutta la città che raccontano la Milano del verde, delle sue pratiche partecipate e condivise, dei giardini, degli orti, dei community garden, dei parchi. È l’edizione zero di questa tre giorni green promossa dal Comune con la partecipazione di circa 120 enti organizzatori. Il programma completo è online.

Che la formula sia vincente, i milanesi lo hanno scoperto da tempo con Book City e Piano City. “Anzi, dire che lo hanno scoperto è forse poco”, osserva Elena Grandi nel sito Arcipelagomilano, “perché sono proprio i cittadini che hanno decretato e contribuito al successo di queste manifestazioni, con la loro voglia di cultura, musica, parole, suoni, vagabondaggi per la città alla ricerca del bello”.

Milano negli ultimi anni ha dunque consolidato con successo questo modello di eventi diffusi. Nel caso di Green City Milano è stato necessario radunare, ordinare e contattare centinaia di associazioni grandi e piccole, di comitati, di società che si occupano verde urbano, di agronomi, di studiosi di botanica, di giardinieri, di orticultori, di paesaggisti, di cittadini attivi, di volontari.

Gardeniajpg
La tre giorni green viene promossa dal Comune con la partecipazione del mensile “Gardenia” e di circa 120 enti organizzatori.

Ma già l’interesse è rivolto all’imminente Book City Milano (22-25 ottobre) una manifestazione di tre giorni (più uno dedicato alle scuole), durante i quali vengono promossi incontri, presentazioni, dialoghi, letture ad alta voce, mostre, spettacoli, seminari sulle nuove pratiche di lettura, a partire da libri antichi, nuovi e nuovissimi, dalle raccolte e biblioteche storiche pubbliche e private, dalle pratiche della lettura come evento individuale, ma anche collettivo. L’incontro che inaugura questa rassegna affollata di eventi (800) il 22 ottobre nell’area ex Ansaldo è la conversazione “La magia della scrittura” con Isabel Allende.

E non è finita. Un centinaio di eventi sparsi nei vari luoghi della città potrebbero confluire in primavera in Mount City Milano, numero zero di una rassegna che trae alimento dal vasto e crescente sviluppo delle attività outdoor e dalla frequentazione mirata della montagna in città. Se si realizzerà sotto gli auspici del Comune, l’evento dovrebbe coinvolgere il maggior numero possibile di realtà, organismi, associazioni, esperti che si occupano di montagna, nel rispetto delle rispettive competenze e con l`intento di valorizzare le loro attività in favore dei territori montani.

A quanto si sa un gruppo di lavoro di cui fanno parte esperti del Club Alpino Italiano e delle Guide alpine ha già elaborato un palinsesto per Mount City Milano articolato in varie aree, dalla cultura all’economia al sociale e che prevede anche l’allestimento di due mostre legate al territorio e una megascalata dimostrativa alle torri del Castello Sforzesco oltre a vari spettacoli teatrali e a una rassegna cinematografica. L’evento dovrebbe “sbocciare” in vista della primavera ed è d’obbligo sperare che siano rose.

http://www.greencitymilano.it/

http://www.bookcitymilano.it

Commenta la notizia.